L’UNESCO saluta il ritorno dello “storico” incontro culturale avviato dall’Arabia Saudita al vertice del G20 italiano | Messaggio

ROM, 1. Agosto 2021 / PRNewswire / –

  • I funzionari della cultura al vertice del G20 si sono incontrati per la seconda volta dopo che l’Arabia Saudita ha dato il via alla riunione dei ministri della cultura durante la sua presidenza lo scorso anno
  • L’incontro dei ministri della cultura al vertice del G20 è un forum leader sulla politica culturale per un settore con un volume globale di 2,3 trilioni di dollari USA.
  • L’Arabia Saudita guida il suo cambiamento culturale, coltiva i propri talenti creativi e sostiene gli sforzi multilaterali per preservare la cultura globale

Si è svolta a Roma la seconda riunione dei ministri dell’Istruzione dei paesi del G20 (MWC) che si basa sul successo dell’iniziativa saudita lanciata lo scorso anno sotto la presidenza saudita.

Una dichiarazione ministeriale sulla cultura sarà adottata dai membri del G20. I ministri dovrebbero concordare di rafforzare le normative per combattere il traffico illecito di beni culturali e porre maggiormente l’accento sul ruolo della cultura come motore della protezione del clima, in particolare la conservazione del patrimonio culturale. È anche probabile che promettano maggiori investimenti nell’istruzione, nella formazione e nell’occupazione legate alla cultura, nonché un migliore accesso alla cultura su Internet.

In una dichiarazione successiva all’incontro, l’UNESCO ha celebrato i risultati attesi: ?? L’Italia ha compiuto passi importanti per integrare in modo sostenibile la cultura nel G20… Questa dinamica è in linea con i progressi storici compiuti su iniziativa dell’Arabia Saudita quando la cultura dell’Arabia Saudita era all’ordine del giorno del vertice del G20 nel 2020.”

La CMM è una piattaforma di alto livello. È progettato per affrontare questioni di vitale importanza per le industrie culturali e creative globali, valutate 2,3 trilioni di dollari. Con i membri del G20 che rappresentano il 60% della popolazione mondiale e l’80% del PIL globale, l’aggiunta di un pilastro culturale all’agenda del G20 rafforza un settore che è stato colpito più duramente dalla pandemia rispetto alla maggior parte degli altri.

READ  Chiariello: "Pensavamo tutti che lo spirito di Maradona fosse presente a Napoli stasera"

Il regno era Prinz Badr bin Abdullah bin Farhan Al Saoud, il ministro della Cultura. Egli ha detto:

– Data l’importanza della cultura nel perseguire la missione dei membri del G20 per una maggiore cooperazione economica globale, l’Arabia Saudita celebra il ritorno della cultura all’ordine del giorno del vertice annuale del G20. Vorremmo ringraziare i nostri ospiti italiani per aver costruito lo slancio iniziato a Riyadh lo scorso anno.

Negli ultimi due anni, i membri del G20 hanno parlato dell’importanza fondamentale della cultura come motore della crescita economica, della sua conservazione e del suo sviluppo futuro.

L’Arabia Saudita vede i benefici in prima persona mentre assistiamo a un cambiamento culturale in tutto il regno – dall’aggiunta della Zona Culturale Ima come sesto sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO alla presenza di talenti sauditi in eventi di fama mondiale – come la Biennale di Venezia e il festival del cinema di Cannes – da celebrare sulla scena mondiale. “

L’Arabia Saudita, che sta vivendo un cambiamento culturale nell’ambito della Vision 2030, ha compiuto grandi sforzi per preservare e sviluppare il suo settore culturale. Ciò include lo sviluppo di un centro di fama mondiale per la conservazione del patrimonio culturale subacqueo nel Lago Roten e nella regione del Golfo, annunciata all’incontro MWC dello scorso anno, la creazione di nuovi festival culturali in tutto il regno e la creazione di nuovi ecosistemi per i creatori sauditi.

L’Arabia Saudita sostiene anche altri sforzi multilaterali per preservare la cultura globale. Nel 2019, il Ministero della Cultura saudita ha firmato una lettera di intenti con l’UNESCO per fornire 25 milioni di dollari USA per la conservazione del patrimonio culturale mondiale. Il Regno investe in iniziative che incoraggiano la collaborazione internazionale nella ricerca e nello sviluppo delle capacità, nell’istruzione, nella formazione e nell’esplorazione dell’enorme potenziale del Regno. digitalizzazione promuovere nel settore culturale.

READ  Italia – La Giustizia annulla mandato di cattura contro finanziere vaticano

Note per gli editori:
UNESCO
– Dichiarazione UNESCO: Il G20 adotta per la prima volta la Dichiarazione sulla Cultura.

Foto – https://mma.prnewswire.com/media/1585684/G20_Rome.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *