Italia, Australia, Regno Unito… Ondata di protesta contro le restrizioni sanitarie

RABBIA – Mentre sabato 24 luglio in Francia più di 160.000 persone hanno manifestato contro il lasciapassare sanitario, il movimento di protesta contro le restrizioni sanitarie si è diffuso in diversi altri paesi del mondo.

Sabato 24 luglio in Francia più di 160.000 persone hanno manifestato contro l’estensione del permesso sanitario e della vaccinazione obbligatoria per alcune professioni. Ma questo movimento di protesta contro le restrizioni sanitarie che si stanno moltiplicando a causa della forte diffusione della variante Delta, non è un caso isolato. Lo hanno dimostrato anche Italia, Australia, Regno Unito e Irlanda.

Tutte le info su

Covid-19: la sfida della vaccinazione

Gli italiani protestano contro il pass sanitario obbligatorio

“La libertà!”, “No alla dittatura!” hanno cantato migliaia di italiani a Roma, Napoli, Torino e Genova, per protestare contro il pass sanitario obbligatorio per accedere ai luoghi chiusi dal 6 agosto. Davanti al Duomo di Milano era possibile leggere su un cartello “Meglio morire liberi che vivere da schiavo”. Simboli nazisti sono stati avvistati in alcuni raduni come a Genova dove i manifestanti indossavano stelle gialle dove era iscritto “non vaccinato”. Tuttavia, come in Francia, l’annuncio di nuove misure restrittive a fronte della progressione della variante Delta ha provocato un aumento delle vaccinazioni, con un aumento del 200% in alcune regioni d’Italia secondo il generale Francesco Figliuolo.

In Australia, scontri tra polizia e manifestanti

All’inizio della giornata di sabato 24 luglio, è stato a Sydney, in Australia, che sono scoppiati gli scontri tra polizia a cavallo e manifestanti, poiché ai cinque milioni di abitanti della città è stato ordinato di rimanere a casa loro per un mese. Secondo i media locali, migliaia di persone sono scese per le strade di Melbourne dopo essersi radunate davanti al Victoria State Parliament.

READ  Mimo, la confortante mensa italiana

Leggi anche

Migliaia di manifestanti nel Regno Unito e in Irlanda

Oltre la Manica, si sono svolte anche manifestazioni per sfidare le restrizioni sanitarie. Secondo Mail giornaliera, in Inghilterra, migliaia di persone hanno manifestato nelle strade di Londra e Manchester per protestare contro il passaporto delle vaccinazioni, l’uso di mascherine e altre restrizioni. In Irlanda, a Dublino, migliaia di manifestanti si sono riuniti in pace.

Sullo stesso argomento

Gli articoli più letti

LIVE – Tessera sanitaria: il ddl dovrebbe essere adottato in serata

VIDEO – Belgio: nuove alluvioni, un torrente travolge le auto vicino a Namur

“Siamo passati da Socrate a Francis Lalanne”: il discorso feroce di un senatore contro gli antivaccini

Covid-19: quali sono le tre controindicazioni alla vaccinazione?

L’incendio nell’Aude non è ancora stato risolto: 900 vigili del fuoco mobilitati

logo LCI
difende l’ambizione dell’informazione
gratuito,
verificato e accessibile a tutti grazie al reddito del
pubblicità .

Per aiutarci a mantenere questo servizio gratuito puoi “modificare la tua scelta” e accettare tutti i cookie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *