Il Milan ha paura a Frosinone

Il Milan ha paura a Frosinone

Tutto inizia bene per il Milan, che resta terzo in classifica: Olivier Giroud ha portato in vantaggio al 17' con il suo 11esimo gol stagionale in campionato, e il quinto con un colpo di testa.

Ma il Frosinone risponde prontamente su calcio di rigore, fischiando un fallo di mano di Rafael Leao dentro l'area, trasformato da Mathias Solé (24').

La Lazio ne approfitta grazie a Luca Mazzitelli, che fa passare la palla tra le gambe di Mike Maignan (65').

I ragazzi di Stefano Pioli, che fino a quel momento avevano dominato fisicamente, sono rimasti impressionati dal secondo gol e dal pareggio di Matteo Gabbia (72').

La salvezza è arrivata da Jovic, che ha poco partecipato, e che ha dato il vantaggio ai suoi approfittando di un brutto respingimento del Frosinone (81), che ha esonerato Zlatan Ibrahimovic, in tribuna in veste di consigliere da metà dicembre. Proprietario del Club Milano.

Limitato al ruolo di sostituto, Jovic ha segnato il suo quinto gol nelle ultime sette partite in cui ha giocato.

L'ottava partita di fila senza sconfitte

“Il mio obiettivo è aiutare la squadra”, ha insistito l'attaccante serbo.

Il Milan, rimasto in parità in casa contro il Bologna (2-2), ha giocato l'ottava partita di fila senza sconfitte, ma è rimasto al terzo posto, a cinque punti dalla capolista Inter, che ha giocato due partite in meno.

Pioli sottolinea: “Quello che ricordo di questa partita è la nostra voglia di reagire e di vincere: sapevamo che sarebbe stata una partita complicata, ma abbiamo fatto quello che dovevamo fare per vincere”.

L'allenatore italiano, che aveva sconvolto alcuni ultras del Milan dopo l'uscita dalla Champions League nella fase a gironi, è tornato sulle voci in cui annunciava la sua partenza a fine stagione e la sua sostituzione con Antonio Conte.

READ  Perché il XV francese ha un enorme interesse a battere la Namibia con il bonus offensivo

“Io, la squadra e la società, ci concentriamo sul presente e il presente determinerà il futuro. Il Milan, come tutti i club, farà una valutazione a fine stagione, ma la stagione è ancora lunga e non c'è c’è ancora spazio per una buona stagione”, ha sottolineato.

L'allenatore del Milan Stefano Pioli contro il Frosinone del 3 febbraio 2024
© Agenzia di stampa francese

Il Frosinone si classifica quattordicesimo con 23 punti.

Il 23° manifesto di oggi unisce l'Inter capolista alla Juventus del Torino, seconda con un punto, domenica allo Stadio San Siro, nell'edizione 251 del “Derby d'Italia”, che riunisce i due club più titolati nel mondo. Uno contro l'altro.Il calcio italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *