I modelli climatici si basano su dati errati?

I modelli climatici si basano su dati errati?
Le emissioni di anidride carbonica sono davvero responsabili del cambiamento climatico?
Mami nerina roland randriana revelo Mami nerina roland randriana revelo 5 minuti

Per decenni, Il consenso scientifico attribuisce principalmente il riscaldamento globale all’aumento delle concentrazioni di anidride carbonica (CO2) nell’atmosferaA causa delle attività umane come l’uso di combustibili fossili.

Tuttavia, una minoranza di studiosi offre una visione radicalmente diversa : E se l'aumento della temperatura atmosferica fosse effettivamente la causa dell'aumento dei livelli di anidride carbonica?

La causa è contestata

Secondo studi recenti, in particolare quelli condotti da Dimitris Koutsoyannis e colleghi, Il rapporto tra temperatura e anidride carbonica può essere bidirezionale, o addirittura invertito rispetto a quanto generalmente accettato.

Utilizzando metodi avanzati di analisi stocastica, Questi ricercatori suggeriscono che l’aumento delle temperature potrebbe precedere e causare un aumento dei livelli di anidride carbonica.

Prove a favore dei combustibili fossili

Ma, Diversi elementi supportano ancora la teoria prevalente. Lo sottolinea il Global Carbon Project Le attività umane, in particolare l’uso di combustibili fossili, rilasciano circa 40 miliardi di tonnellate di anidride carbonica ogni annoDi questo, l’88% proviene da questi combustibili e il 12% dai cambiamenti nell’uso del suolo.

Oltre all'analisi Isotopi Di carbonio presenti nell'atmosfera Rafforzando l’idea che l’eccesso di anidride carbonica provenga principalmente da combustibili fossili. Dall’era industriale, La diminuzione del rapporto tra carbonio 13 (13C) e carbonio 12 (12C) nell’atmosfera indica che il carbonio aggiuntivo proviene da fonti fossili piuttosto che naturali.

I sistemi naturali assorbono più di quanto emettono

Un altro argomento a favore della teoria tradizionale è questo I sistemi naturali assorbono più anidride carbonica di quanta ne emettono. Quasi Il 45% delle emissioni di anidride carbonica causate dall’uomo rimangono nell’atmosfera, mentre gli ecosistemi terrestri e gli oceani assorbono il resto.

READ  Jean-Claude Weil, l’immunologo “leggermente luminoso” e brillante

Questo è sorprendente L’assorbimento da parte dei sistemi naturali aiuta a mitigare l’aumento dell’anidride carbonica nell’atmosfera.

Semplice analogia: vasca da bagno

Per comprendere meglio questa dinamica immaginiamo una vasca da bagno dove l'acqua scorre e si svuota con ritmo equilibrato. L’aggiunta di un piccolo flusso aggiuntivo (emissioni umane) aumenterà gradualmente il livello dell’acqua nel tempo, sconvolgendo l’equilibrio.

Il ciclo del carbonio e l'intervento umano: l'analogia della vasca da bagno.
Il ciclo del carbonio e l'intervento umano: l'analogia della vasca da bagno.

come quello, Sebbene le emissioni umane siano inferiori rispetto a quelle naturali, alterano l’equilibrio e aumentano i livelli di anidride carbonica nell’atmosfera.

Cambiamenti storici e fluttuazioni a breve termine

È vero che i cambiamenti climatici storici a volte mostrano aumenti della temperatura che precedono l’aumento del biossido di carbonio.Ciò è spesso dovuto a fattori quali cambiamenti nell'orbita terrestre o attività vulcanica. Ma queste condizioni oggi non esistono.

Le fluttuazioni a breve termine dei livelli di anidride carbonica, che sono influenzati da fenomeni come El Niño, non contraddicono la tendenza a lungo termine Causato dalle emissioni umane.

La maggior parte delle prove scientifiche sostiene ancora che le emissioni di anidride carbonica di origine antropica sono il principale motore dell’attuale cambiamento climatico. Le teorie che suggeriscono la causalità inversa sono interessanti ma non riescono a ribaltare il consenso consolidato.

Per affrontare efficacemente il cambiamento climatico, È importante comprendere e accettare il ruolo delle emissioni naturali e antropiche.

Qualunque ipotesi vale comunque la pena di essere esaminata Le decisioni politiche e ambientali devono basarsi sui dati e sui modelli più solidi disponibili.

READ  Il tuo cervello ha un incredibile punto in comune con il cervello del polpo

Riferimenti : Kotsoyannis, D., Onuf, C., Kondzewicz, Z. W., e Christofides, A. (2023). Su polli, uova, temperature e anidride carbonica: nessi causali nell'atmosfera terrestre. Scienza, 5(35). https://doi.org/10.3390/sci5030035

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *