Gli ultimi giorni per godersi i grandi siti archeologici…

Il Canto del Cigno di Nikos Stambolides, prima di lasciare il Museo di Arte Cicladica per assumere la carica di (primo) direttore del Museo dell’Acropoli, si è sviluppato in Una delle mostre più importanti dell’anno ma anche una delle più interessanti e di qualità nella storia del museo.

Cosa significa veramente la parola? “Bellezza” Alla filosofia e alla visione dei greci sul mondo? Non è solo la bellezza esteriore a essere determinata dagli standard di ogni epoca. È il tutto che include la moderazione, l’armonia, l’eroismo, la forza, la saggezza, la virtù, l’elevazione di qualcosa nel regno dell’ideale, al di là di ogni temporalità – tutto difficile da definire, ma questa sfida era da una folla Nikos Stambolides e il dott. Ioannis Fabas, In modo che durante la seconda mirano a rintracciare quante più tracce possibili sarà il più appropriato alla narrazione che intendono presentare come curatori.

Bellezza: la bellezza suprema
Bellezza: la bellezza suprema

Il risultato è registrato in Sono stati raccolti 320 risultati da tutta la Grecia, Italia e Vaticano, Con oltre settanta musei che hanno aperto le loro collezioni in totale, hanno presentato i loro eponimi per la grande mostra “Bellezza: la bellezza suprema” Chi ora entra nel rettilineo finale, con possibilità di visita Fino al 16 gennaio.

Koros e belle ragazze, dei alati e corpi apollinei, combattenti robusti e acconciature lucenti, specchietti pieghevoli o a maniglia, forcine per capelli, tavolozze di colori e altri cosmetici dal trucco dell’antica Grecia Un ricco panorama di gallerie che affronta il tema principale da tutte le angolazioni possibili – dalla vita quotidiana al pensiero filosofico.

“Otto li adora.” Come ha sottolineato Nikos Stambolides in conferenza stampa, il verso filosofico di Saffo che risponde all’eterna domanda del bello, dicendo che la cosa più bella sulla terra nera è quella che tutti sognano, sembra collegare come un filo invisibile il multi- corpo dell’organo In tutti gli spazi espositivi rotanti del Museo di Arte Cicladica, sia nello Status Palace che nell’edificio principale di Neophytos Doukas.

Bellezza: la bellezza suprema

“Attraverso questa mostra, penso che ogni spettatore capirà chi è e chi vorrebbe essere”. Nikos Stambolides ha dichiarato all’epoca. Tra i reperti, la Lacaina ascendente di Callimaco che potrebbe essere stata localizzata sull’Acropoli, la testa della Sfinge dalla tomba di Casta ad Anfipoli, l’astuto amorino veneziano, il famoso vaso Francois e la statua marmorea di Afro, che la prosciuga capelli nudi dopo il bagno, distinguiti.

READ  Mr. Mitsotakis: Il Natale è un massimo di nove persone - sarò uno dei primi a farmi vaccinare

Museo di Arte Cicladica fino al 16/1 | Mer – Ven: 10:00-20:00, Sab: 10:00-17:00, Dom: 11:00-17:00 | Ingresso intero: 15 euro, biglietto ridotto: 10 euro

Neophyto Doca 4, Kolonaki

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.