Francia e Italia hanno convalidato la realizzazione di un viadotto sul lato francese per collegare la strada al tunnel

Questo mercoledì, 5 maggio, Francia e Italia hanno convalidato la creazione di un viadotto per rendere nuovamente accessibile il tunnel di Tende e collegare così le Alpi Marittime al Piemonte italiano. Questa struttura di 65 metri sarà costruita per coprire la frana causata dalla tempesta Alex.

Le discussioni sono durate l’intera mattinata di mercoledì 5 maggio, ma la decisione della commissione intergovernativa franco-italiana (CIG) è stata unanime. Tra i progetti proposti dall’Italia, la Francia ha convalidato la costruzione di un “viadotto a doppio senso” lungo 65 metri per collegare la strada dipartimentale 6204 al tunnel di Tende nelle Alpi Marittime, spazzato via dalla tempesta Alex d’Ottobre 2020 .

È la soluzione più veloce, che non richiede una nuova inchiesta pubblica, la meno costosa e quella che tiene la strada più legale.

Philippe Tabarot, vicepresidente della regione Sud-PACA responsabile dei trasporti

Questo viadotto, costato 25 milioni di euro, “rientra nel budget iniziale dei lavori di 255 milioni di euro“, continua Philippe Tabarot. Non ci si aspetta alcun aumento della bolletta”,perché l’azienda che ha rilevato i lavori (Edilmaco) aveva rivisto al ribasso il progetto“, continua il vicepresidente della regione PACA. Di questi 255 milioni, la Francia (Stato, dipartimento e regione) ne sostiene 106.

Un comitato tecnico (dipartimento delle Alpi Marittime, Anas e finanziatori) si riunirà a giugno per stabilire un programma. I due paesi sperano di riprendere i lavori quest’estate con la continua perforazione del nuovo tubo e l’ammodernamento di quello vecchio. Secondo le previsioni ANAS, il nuovo tunnel dovrebbe essere completamente scavato entro la fine del 2023 e tutti i lavori completati entro la fine del 2025.

READ  far brillare l'Italia nel WPT femminile

Forse è, questa volta, l’ultimo tratto di questo sito iniziato nel 2015 e che in particolare era stato al centro di una causa legale.

Il treno delle Meraviglie è stato completamente restaurato per il 2022

Durante questa conferenza intergovernativa franco-italiana (CIG), i due paesi si sono attivati ​​anche per ripristinare la linea delle meraviglie sul tratto Breil-sur-Roya / Vintimille.

Presso la frazione Piedne basse (Breil-sur-Roya, Alpi Marittime), parte dei binari dell’asse Breil-Vintimille è sospesa nel vuoto dopo il passaggio della tempesta Alex.

© FTV

L’opera, costata 2,5 milioni di euro, sarà rilevata dall’Italia e inizierà “a giugno per consegna entro fine anno”, precisa Philippe Tabarot.

Lunedì 3 maggio era il tratto Fontan / Tende nuovamente accessibile in treno. Se tutto andrà come previsto, il treno Merveilles dovrebbe quindi essere in grado di viaggiare sulla sua rotta iniziale Nizza-Tende-Cuneo-Ventimiglia nel 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *