Caffè: in Italia il brand americano Starbucks non è riuscito ad affermarsi

Pubblicato

Articolo scritto da

A. Mikoczy, V. Parent, L. Rayssac, L. Tositti, A. Donadin – Francia 3

Televisori francesi

In Italia il caffè è un’istituzione: era ambizioso da parte del gruppo americano Starbucks volersi insediare lì. Quattro anni dopo, il gigante del caffè ha avuto l’amara esperienza di questo.

A settembre 2018 il gruppo americano Starbucks ha aperto a Milano con grande clamore diversi negozi prestigiosi. (Italia). All’epoca lunghe file di curiosi aspettavano di scoprire il famoso caffè americano. Grande campagna di comunicazione, personale numeroso e grandi investimenti: il franchise, presente in 78 paesi, sognava di conquistare tutte le maggiori città italiane.

Quattro anni dopo, in Italia rimane aperto un solo punto vendita Starbucks. Agli occhi dell’italiano, il marchio semplicemente non offre un vero caffè. “Il caffè Starbucks è un’altra bevanda. È come un tè o un succo di frutta. È completamente diverso, non siamo abituati a bere il caffè in quel modo”spiega un italiano. Il caffè italiano è “da consumare velocemente, al bancone”aggiunge un altro italiano.

READ  La cucina italiana di Giovanni Passerini sotto una splendida vetrata dell'Hôtel des Grands Boulevards

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.