Austria 2: 1: Il sogno era a portata di mano «kleinezeitung.at

Piccolo giornale +

L’Austria ha costretto l’Italia ai tempi supplementari nel secondo turno di Euro Italia dopo una buona prestazione, ma poi ha dovuto ammettere la sconfitta 1: 2.

Di Hubert Gigler da Londra | 00:27, 27 giugno 2021

L’Italia festeggia la promozione ai quarti di finale © AFP

Fu una prestazione eroica, caratterizzata da una prestazione formidabile e da un gioco che fece onore all’Austria. Negli ottavi di finale del Campionato Europeo, la nazionale ha sfidato ai propri limiti la risorgente Italia, ma ha mancato l’apice di un tocco. La squadra ÖFB ha costretto l’avversario alto ai tempi supplementari, che alla fine hanno portato alla decisione. L’Italia ha vinto 2-1 e ora è ai quarti di finale.

“Non è facile esprimerlo a parole in questo momento. L’unica cosa che posso dire: possiamo essere incredibilmente orgogliosi di noi stessi, anche l’Austria può essere orgogliosa di noi. Abbiamo provato di tutto “, ha detto il capitano David Alaba dopo la partita.

Gli italiani erano considerati invincibili, la distribuzione dei ruoli prima di questa partita non era un grosso problema. Quando fu suonato l’inno italiano, Wembley iniziò a eruttare per la prima volta. poi visto Marko Arnautovic giallo dopo 58 secondi: un inizio ideale sembra diverso. Ma gli austriaci hanno prima appiattito il livello di rumore dei tifosi italiani con il loro orientamento offensivo di base. Hanno tenuto gli Azzurri fuori dalla zona di pericolo nella fase iniziale e hanno usato punture d’ago. Non ha fatto molto male agli italiani, ed è stato tenditore, che ha costretto Bachmann a una difesa brillante (17°).

L’Italia aumenta la pressione, pressa presto e mette in difficoltà gli austriaci. I soccorsi si sono verificati di rado, uno promettente è fallito a causa di un passaggio impreciso di Laimer sopra Arnautovic. Per l’intensità e la tremenda velocità del gioco, il tempo è volato, ha fatto giocare gli austriaci, ma sono stati anche fortunati quando Immobile ha colpito la traversa. Ho avuto un po’ più tardi Arnautovic per un fragoroso applauso, la palla ha preso il portiere Donnarumma. Per il resto del primo tempo è tornata la calma, gli italiani hanno impressionato per la sicurezza del pallone, la facilità di gioco e l’incredibile velocità di passaggio. Il primo tempo è finito, è stato impressionante.

+

Daniel Bachmann: 5

Hai parato un tiro pericoloso nel primo tempo
Nicolo Barella dal piede forte, il legionario inglese era sempre lì davanti alla moglie e ai colleghi del Watford club. Con entrambi i gol senza possibilità di difesa.

AFP

Stefan Lainer: 4

Il terzino sembrava stanco e non agile come al solito. Questa volta, soprattutto per l’estremo difensore di Mönchengladbach, nel primo giro non c’era quasi nulla davanti. Molto più coinvolto nel secondo tempo.

Immagini GEPA

Alexandre Dragovic: 5

Ancora una volta un difensore centrale impeccabile. Gli italiani che di recente hanno giocato così furiosamente sono stati spesso nella metà campo dell’Austria, ma non hanno avuto molte occasioni di prim’ordine. Anche perché nel mezzo era tutto stretto.

AFP

Martin Hinteregger: 5

Raramente con la palla larga all’inizio della partita
Prima. L’uomo di Francoforte ha sempre voluto divertirsi. Sui suoi calci piazzati, il centrale difensivo ha lavorato molto e ha messo in pericolo l’area di rigore italiana.

AFP

David Alaba: 5

Il futuro fuoriclasse del Real Madrid non ha potuto essere coinvolto nell’attacco come ha fatto l’ultima volta, all’inizio era troppo impegnato con compiti difensivi. Ha messo un calcio di punizione sopra la porta da una posizione promettente, poi ha mostrato una prestazione solida.

COSA / AFP / PISCINA / JUSTIN TALLIS

Xaver Schlager: 5

Con il suo ex compagno di squadra del Salisburgo Konrad Laimer, il legionario del Wolfsburg ha fatto un buon lavoro nel centrocampista difensivo e ha fatto incazzare gli italiani intorno alla stella del PSG Marco Verratti.

COSA / AFP / PISCINA / JUSTIN TALLIS

Florian Grillitsch: 4

Molto apprezzata dopo la prestazione contro l’Ucraina, la partita del legionario dell’Hoffenheim contro l’Italia non è stata delle migliori. Era chiaro che poteva a malapena allenarsi con la squadra prima della partita. Ma l’uso era corretto.

AFP

Konrad Laimer: 5

Incredibile chilometraggio dal professionista di Lipsia. Il 24enne si poteva trovare ovunque in campo, che si tratti di pressing profondo nella metà campo italiana o di comportamento difensivo nelle retrovie. Una buona prestazione anche con il pallone tra i piedi.

Immagini GEPA

Marcel Sabitzer: 4

Aspetto discreto dell’attaccante. Per la prima volta il
Stiriano in apparenza quando si è allontanato di circa 20 metri dopo poco meno di un’ora. Poi meglio offensivo in partita, laborioso anche in fase difensiva. Non il suo migliore, ma un ottimo gioco.

PAPÀ

Christoph Baumgartner: 4

Un altro momento choc per il 21enne quando è stato colpito alla testa da Gianluigi Donnarumma. Questa volta ha potuto continuare a giocare. Con meno pericolo di gol rispetto al precedente, il pulcino della squadra ha comunque avuto un gioco solido.

Immagini GEPA

Marko Arnautovic: 5

Ha avuto il primo e unico completamento dell’Austria in metà, che tuttavia è chiaramente passato attraverso la porta. In contropiede dopo aver cambiato campo, prima forte, poi senza controllo. Sparato sul presunto 1-0, espulso dopo l’intervento del videoassistente arbitro per fuorigioco.

COSA / AFP / PISCINA / JUSTIN TALLIS


Ricevuto poco dopo la pausa Alaba Con una punizione dal limite dell’area di rigore, grande fortuna per la dirigenza austriaca, ma il pallone sfiora di poco la porta. L’Austria ha preso il sopravvento e allo stadio abbiamo sentito che l’esterno austriaco non aveva voglia di prendere la posizione perduta. Hanno iniziato a pensare alla sensazione e a creare opportunità per se stessi. Poi il dramma è scoppiato quando l’Austria sembrava condurre 1-0 dopo un colpo di testa di Arnautovic, ma il VAR ha corretto la decisione a causa di un fuorigioco. L’Austria ha giocato in condizioni di parità e la partita era giunta a un punto aperto. L’Austria è entrata nella prima estensione dal 1934.
Inoltre è successo. La difesa trascurata Chiesa, il passaggio ideale di Distintivo Laimer lo lasciò correre nel vuoto e fece fuoco in modo insostenibile. Gli austriaci hanno buttato tutto in avanti, ma poi gli italiani hanno giocato la loro classe e Pessine 2-0 al 105′. La squadra ÖFB non si è arresa dopo che un corner li ha traditi Kalajdzic L’Italia ha segnato il primo gol dopo 1.169 minuti. Volevano partecipare ai rigori, ma non funzionava più.

Il live ticker per la lettura.

READ  Calabria, anche il M5 condanna le dichiarazioni di Morra su Santelli. E arrivano le scuse del presidente Antimafia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *