Aeronautica israeliana in Italia per esercitazioni

Sei caccia stealth F-35 israeliani sono atterrati in Italia la scorsa settimana per partecipare a un’esercitazione aerea di due settimane con le forze aeree italiane, oltre a quelle degli Stati Uniti e del Regno Unito, nell’ambito dell’esercitazione più grande e più lontana il dispositivo ha ancora funzionato, hanno detto i militari domenica.

Sebbene l’obiettivo ufficiale dell’esercitazione sia migliorare le capacità complessive del caccia F-35, entrato in servizio alla fine del 2016, un alto ufficiale dell’aeronautica israeliana ha ammesso che questo esercizio – soprannominato Falcon Strike 2021 – era in parte destinato a preparare Piloti israeliani per usare l’aereo da combattimento contro le forze iraniane.

“L’Iran è al centro delle nostre preoccupazioni”, ha detto l’alto ufficiale, parlando ai giornalisti a condizione di anonimato.

Ricevi gratuitamente la nostra edizione quotidiana via e-mail per non perderti le migliori novità Registrazione gratuita!

L’esercizio si svolge dal 6 al 17 giugno, ma non inizierà sul serio fino a lunedì. Sebbene i jet F-35 israeliani abbiano partecipato a esercitazioni internazionali in passato, questa sarà la prima volta che l’aereo volerà insieme ai jet F-35 di altri tre paesi.

Oltre ai jet F-35 provenienti da Israele, Stati Uniti, Regno Unito e Italia, all’esercitazione parteciperanno caccia americani F-16, oltre a un Gulfstream “Eitam e due Boeing “Re’em” dell’aeronautica israeliana aereo da rifornimento, un aereo da rifornimento KC767 italiano, un aereo da rifornimento KC130J italiano, un aereo da ricognizione Gulfstream “Eitam” italiano e un aereo da rifornimento British Voyager A330.

Questi aerei affronteranno una flotta di aerei italiani che vestiranno i panni di “squadra rossa”, simulando un’aviazione nemica, tra cui Eurofighter Typhoon, caccia AMX International, Panavia Tornado, droni Predator ed elicotteri Bel Augusta. .

Un caccia americano F-16 decolla durante un’esercitazione dell’aeronautica militare in Italia nel giugno 2021. (IDF)

Durante l’esercitazione, che si svolgerà sia sul territorio italiano che nel Mar Mediterraneo, verrà utilizzata anche la portaerei britannica HMS Queen Elizabeth.

READ  Dominio schiacciante della Juventus

Un gran numero di batterie di missili terra-aria saranno utilizzate nell’esercitazione contro i caccia F-35, secondo un ufficiale dell’aeronautica israeliana, al fine di creare un'”atmosfera minacciosa”.

I caccia F-35 israeliani prenderanno parte a due sortite al giorno. Durante il primo, gli aerei israeliani voleranno con gli americani, mentre durante il secondo, affiancheranno le forze aeree britanniche e italiane.

Durante queste missioni, i piloti israeliani simuleranno attacchi aerei su obiettivi dietro le linee nemiche e missioni di rinforzo a terra, il tutto mentre sorvolano terreni sconosciuti.

Oltre a gestire le minacce dei missili terra-aria, gli aerei israeliani parteciperanno anche al combattimento aereo.

Un tecnico israeliano si trova di fronte a un caccia F-35 in vista di un’esercitazione dell’aeronautica militare in Italia nel giugno 2021. (IDF)

Queste esercitazioni mirano a migliorare le capacità della flotta F-35 e la capacità dell’aeronautica israeliana di operare con personale militare straniero, secondo l’ufficiale intervistato.

L’aeronautica israeliana ha ricevuto i suoi primi caccia F-35 nel dicembre 2016 e ne ha acquisiti altri in gruppi di due e tre nei successivi quattro anni e mezzo, fino al completamento dell’attuale flotta di 27 velivoli. Si prevede che altri ventitré F-35 arriveranno in Israele entro il 2024 per completare il recente ordine dell’IDF per 50 aerei, anche se i funzionari israeliani hanno affermato che intendono acquisirne altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *