A 196 milioni di chilometri dalla Terra, la sonda BepiColombo ha un problema

A 196 milioni di chilometri dalla Terra, la sonda BepiColombo ha un problema

La missione BepiColombo, frutto della cooperazione tra Giappone ed Europa, si trova ad affrontare un problema. Sebbene non sia lontano dall'orbita del pianeta Mercurio, a 196 milioni di chilometri dalla Terra, soffre di un problema di propulsione.

La missione BepiColombo, frutto della cooperazione tra Giappone ed Europa, si trova ad affrontare un problema. Sebbene non sia lontano dall'orbita del pianeta Mercurio, a 196 milioni di chilometri dalla Terra, soffre di un problema di propulsione.

Qualcosa non va nella navicella spaziale BepiColombo. Mentre la sonda si trova attualmente a 196 milioni di chilometri dalla Terra e nelle vicinanze di Mercurio, Un certo punto della situazione L'Agenzia spaziale europea (ESA) ha annunciato un problema scoperto nell'aprile 2024.

BepiColombo si propone di visitare Mercurio, il pianeta più vicino al Sole, ma anche il pianeta meno esplorato del sistema solare interno (questo comprende anche Venere, Terra e Marte).

Nello specifico, la difficoltà della macchina – frutto della cooperazione tra l'Agenzia spaziale europea e la sua controparte giapponese, la Japan Aerospace Exploration Agency – è la propulsione. Non è più in grado di operare a pieno regime e in questa fase non è sicuro che il problema verrà risolto. L'Agenzia spaziale europea conferma nella sua lettera del 15 maggio che le squadre stanno lavorando.

Durante la sequenza in cui BepiColombo avrebbe dovuto iniziare una manovra, è stata notata un'insufficiente alimentazione elettrica: la macchina utilizza pannelli solari per alimentare il suo sistema di propulsione e generare così la spinta necessaria per muoversi nello “spazio”. Questo problema tecnico è stato notato il 26 aprile.

Piccolo Colombo
Dettagli dell'antenna su BepiColombo. // fonte: Alessandro Stern

La missione potrebbe continuare verso Mercurio

Questa spinta è stata ripristinata a circa il 90% della capacità della sonda il 7 maggio. ” Tuttavia, la potenza disponibile per l’unità di trasmissione è ancora inferiore a quella che dovrebbe essere, quindi non è ancora possibile ripristinare la piena spinta », ammette l'Agenzia spaziale europea nel suo aggiornamento della situazione.

READ  James al Panathinaikos: "La preoccupazione è logica - troverà chimica"

Al 90% della velocità nominale non vi è alcun rischio, se rimane costante per il resto del viaggio. In questo caso, il compito Si prevede che raggiungerà Mercurio in tempo per il quarto assist gravitazionale nel settembre di quest'anno. » In teoria, l'inserimento definitivo nell'orbita di Mercurio è previsto per dicembre 2025.

BepiColombo è un veicolo spaziale privato, che comprende due sonde scientifiche integrate nel modulo di trasporto responsabile del trasporto – e quindi presenta un problema di prestazioni. La missione verrà lanciata nell’ottobre 2018 e produrrà le sue prime misurazioni scientifiche a partire dalla primavera del 2026.

Agenzia spaziale europea Il sito fornisce Conoscere la posizione della sonda nel sistema solare.

Per più

Mercurio in falsi colori.  // Fonte: Flickr/CC/NASA Goddard Space Flight CenterMercurio in falsi colori.  // Fonte: Flickr/CC/NASA Goddard Space Flight Center


Vuoi sapere tutto sulla mobilità del futuro, dalle auto elettriche alle e-bike? Iscriviti ora all'ultima newsletter di Wat!

Guarda il mondo dallo spazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *