Theo Hernandez è molto coraggioso!

copia Theo Hernandez Dal Real Madrid al Milan nell’estate del 2019, sono aumentati del tutto. Il giocatore che non è riuscito a mettersi alla prova a Madrid arriva ai “rossoneri” nel momento in cui sono ancora ricercati. Dopo un anno e mezzo, i 20 milioni che hai speso per acquistarlo suonano come una rapina. Il terzino sinistro francese si è trovato al Milan e si è sviluppato in un’unità molto importante per il Milan. Con il gol della vittoria che ha segnato il ritardo nel derby con la Lazio, si è conclusa nel migliore dei modi per lui e per la squadra un anno bellissimo. E il meglio deve ancora venire.

Figura di spicco

Theo Hernandez è uno dei motivi più importanti per cui il Milan occupa contro ogni previsione il primo posto in Serie A. Il terzino sinistro francese è riuscito in pochissimo tempo a diventare un punto di riferimento per la partita “rossonera”. In effetti, si è distinto prima che la squadra iniziasse a vincere chiunque fosse prima di lui. Mentre il Milan era ancora sommerso a centrocampo, Hernandez ha fatto il trucco. Ha visto cose da dimostrare. Il Real Madrid non gli ha mai creduto. Non gli ha nemmeno dato una reale possibilità. Ha visto il suo trasferimento in Italia come una grande opportunità per danneggiare tutti.

Dopotutto, aveva solo 21 anni. Le raccomandazioni che lo hanno accompagnato sono state le migliori. Ma non ha avuto il tempo di confermarlo. Almeno non al livello più alto. È entrato nei denti con un coltello dal primo momento. Nel Milan che ha dimenticato cosa significa essere una star, Hernandez giocava come se non ci fosse un domani. Mi ha ricordato la mentalità che dovrebbe avere ogni giocatore che gioca per un club così grande, indipendentemente dalla fase in cui si trova.

READ  Sesta Tappa Giro d'Italia: vittoria difficile e meritevole per Gino Mader

È quasi come se avesse predetto quello che sarebbe successo e non volesse perdere tempo. Come se seducesse il Milan. Per svegliarla dall’inattività che sta vivendo da anni. Ora con la squadra che ha vinto il suo primo campionato dopo il 2011, Hernandez continua i suoi grandi viaggi. È sempre tra i privilegiati e uno dei leader dei “rossoneri”.

La passione e il rifiuto di scendere a compromessi con la sconfitta sono due elementi che definiscono il suo gioco. Nel derby contro la Lazio, quando la maggior parte dei suoi compagni di squadra si sono inchinati per stanchezza, ha continuato a salire e scendere a lato senza fermarsi. In una notte in cui la sua squadra ha lottato, il francese ha dato il tono fino alla fine. Con la sua tenacia e perseveranza ha vinto il corner da cui proveniva il defunto vincitore. Indovina dal suo record. Ma ovviamente lo è!

Mantienilo dritto nei momenti più difficili

Il corso del Milan quest’anno ha sorpreso tutti. Il team di Bioli ha avvertito dallo scorso anno, ma nessuno si aspettava di continuare quest’anno su standard simili. Dopo la ripresa del torneo lo scorso giugno, il Milan è diventata una delle squadre più formate di tutta Europa. Nel 2020 ha perso solo tre volte. Due nel torneo e uno in Europa. Ha persino eguagliato un record impressionante – per il Barcellona – che detiene dal 1946, segnando almeno due gol in 17 partite consecutive.

Questo torneo le ha permesso di chiudere l’anno come unica prima in classifica. Verso la fine dell’anno, però, i rossoneri sono stati sottoposti a forti pressioni per infortuni e problemi alle carte. Soprattutto la perdita dello svedese è stata enorme perché è di gran lunga il capocannoniere e il capitano finale della squadra. Senza gol e presenza generale, il Milan è un’altra squadra. Hernandez Milan

In questa posizione difficile, Theo Hernandez è uscito avanti più di chiunque altro. Grazie ai suoi gol e ai passaggi ha mantenuto il Milan al primo posto con le unghie e con i denti. Per la precisione, i tre gol e un assist nelle ultime partite giocate dalla squadra hanno dato alla squadra sette punti.

Due gol contro il Parma – il secondo in ritardo – e 2-0 di ritorno. Ha aiutato nel secondo gol sull’1-2 con l’ottimo Sassuolo quest’anno. Certo, ieri hanno battuto la Lazio in una vittoria che potrebbe essere decisiva per l’economia del campionato. Da qualche parte qui notiamo che Hernandez è il secondo marcatore del Milan alle spalle di Zlatan e il terzo nei passaggi decisivi dietro Tsalhanoglu e Repic. Ricorda solo che è un terzino sinistro. Quindi come i piccoli dettagli.

Ama il Milan, scommette che lo mantieni

Hernandez e il Milan si sono incontrati appena in tempo. Il tempismo è stato perfetto. Dal momento che si sono trovati sulla strada dell’altro, le cose vanno di bene in meglio per entrambe le parti. D’altronde il giocatore si fa un nome giocando per un club storico così grande. In compenso la squadra ha un calciatore di livello commisurato alle dimensioni e alle ambizioni che deve avere. Non sappiamo come si svilupperà la stagione, ma qualcosa ci dice che il Milan rivendicherà il titolo fino alla fine.

Anche se non ci riesce, l’uscita dalla Champions sembra scontata. Bisogna fare punti e mostri per tenere i rossoneri fuori dal Quad. Il ritorno all’evento inter-club più alto genererà nuovi dati. Il Milan non ha intenzione di essere un passante in Champions. Il suo obiettivo è perpetuare la sua presenza lì e recitare in Italia e in Europa. Hernandez

Per fare ciò, deve essere ulteriormente rafforzato con i giocatori del primo rack, ma anche per mantenere i giocatori di prima divisione che hanno già. Theo Hernandez rientra chiaramente nella seconda categoria. Appartiene chiaramente all’élite in questa posizione. Osiamo dire che è dietro Alfonso Davis del Bayern e Andrew Robertson del Liverpool.

Sarà un punto fermo della maggior parte delle grandi squadre in Europa e l’interesse per questa estate sarà sicuramente enorme. Soprattutto con la stagione in cui gioca, è scontato che i grandi club cercheranno il suo caso. Una potenziale vendita andrà a finire nelle casse della squadra, ma l’unico obiettivo dovrebbe essere quello di crearla. Se Milan e Hernandez continuano a svilupparsi e investire nella loro relazione, probabilmente otterranno molto insieme. A partire da quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *