“Sacrilegio”, “alternativa” … un distributore automatico di pizze nel centro di Roma

In realtà si trova in Francia ma non è mai stato provato in Italia. La pizza è disponibile 24 ore al giorno e in mezzo alla strada. Cosa ne pensano gli italiani? Segnala nella zona dello studente in cui è installato.

Articolo di

pubblicato

Aggiornare

momento della lettura : 1 minuto.

Davanti al distributore automatico, Marco ha scattato una foto, che lo ha sorpreso. “Non l’ho mai assaggiato e mai lo farò, non mi ispira!, Sbalordito. Penso addirittura che per pochi amanti della pizza del Sud possa essere un sacrilegio “.

Non è questa l’opinione del diciannovenne Umberto. È studente presso la vicina Sapienza. “Vengo da Napoli, quindi per me la pizza è una cosa! Ma credo che possa essere un’alternativa. Per i giovani la sera quando tutto è chiuso può funzionare. È una pizza abbastanza economica”.

Sei euro per quattro formaggi e 4 euro per 50 euro per un margarita. Questo è quello che ha scelto Maurizio la scorsa settimana. “Ho già assaggiato questa pizza, è buona, è un po ‘più piccola della pizza, ma è una buona pizza. Funzionerà!”.

Comunque è tutto semplice, una carta di credito o una banconota e una pizza promessa in 3 minuti, non congelata ovviamente! La macchina impasta anche la pasta davanti ai nostri occhi.

Impastare la pasta all'interno di un distributore di pizza.  Roma, aprile 2021 (BRUCE DE GALZAIN / RADIO FRANCE)

Ma ad Anna non piace: “Non è nemmeno l’impasto della pizza. È davvero il fondamento sbagliato: è fatto solo di acqua e farina. Non va bene. In Italia non può avere successo!”

Questo non è quello che pensa il proprietario, ovviamente. In tre settimane è passato da 10 a 77 pizze al giorno. Lancerà anche un nuovo distributore nella capitale italiana.

READ  Il suggerimento di Boateng a Messi: onora Maradona indossando la "10" del Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *