Matteo Perrettini dice: “Roger Federer al suo ritorno …”

Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal hanno vinto 57 campionati del Grande Slam insieme e, nonostante molti anni ai vertici del tennis mondiale, non hanno intenzione di fermarsi.

Sia lo svizzero che lo spagnolo sono a 20 punti importanti, mentre il serbo è ancora fermo a 17 e insegue i rivali e sta considerando anche il record da settimane al vertice della classifica ATP.

Djokovic e Nadal lasceranno l’ATP Cup e l’Australian Open e saranno nuovamente i favoriti per la vittoria della finale nel loro primo torneo importante quest’anno. Una discussione separata dovrebbe essere tenuta da Roger Federer.

Lo svizzero ha deciso di posticipare il suo ritorno in campo, e la sua ultima partita è stata la semifinale persa contro Djokovic negli Australian Open 2020, e impiega più tempo per recuperare al 100% dal problema al ginocchio destro.

In una recente intervista a La Stampa, il tennista italiano Matteo Perettini ha detto che per lui era come uno sport di famiglia. Il numero 10 al mondo ha anche rivelato che LeBron James è il suo giocatore di basket preferito di tutti i tempi.

Matteo Perettini ha preoccupato Roger Federer

Berrettini paragona i tennisti alle leggende del basket, ha detto Matteo Berrettini, “Rafael Nadal è LeBron James il tennista, in termini di forma fisica e perché entrambi sono esplosi (sul palco) in tenera età”.

“Roger Federer, lo paragonerò a Michael Jordan. Novak Djokovic mi ricorda Kobe Bryant perché è tenuto freddo (sedimento) in situazioni difficili. So che Roger Federer si sta allenando e penso che tornerà il prima possibile”.

E Berettini ha detto più volte di aver dimostrato che quando torna è come se non si fosse mai fermato. Matteo Perrettini, 24 anni, ha recentemente firmato con LSJ Sports, l’agenzia gestita dall’ex numero 3 del mondo Ivan Lyubisic.

READ  Le Isole Ionie sono interconnesse e incluse nel workshop sulla mappa del turismo letterario del progetto POLYSEMI

L’italiano ha parlato in particolare del lavoro di Ljubisic, spiegando come il croato gli abbia dato fiducia nelle sue capacità. “È un grande professionista e una grande persona.

“Crede in me e dice che posso essere uno degli italiani più forti di tutti i tempi”, ha detto Berettini parlando della sua mossa. Berettini credeva che l’eredità di Federer fosse grande quanto Gordon.

Quanto a Djokovic, ha affermato di potersi calmare in situazioni difficili che gli hanno ricordato Bryant. Con la finale ATP che si terrà a Torino, Italia nel 2021 per cinque anni, il 24enne spera di essere uno degli otto giocatori che giocheranno l’evento di fronte ai suoi fan.

“Gioca in Italia quest’anno, il che la rende ancora più eccitante. Quando mi sono qualificato per Londra all’inizio della stagione 2019, non l’avrei mai immaginato. Devi continuare a fare grandi sogni senza diventare un’ossessione”, ha detto Matteo Berettini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *