La pista di Bob rimarrà in Italia

– Pubblicato il 6 aprile 2022

Milano/Cortina 2026

Un passo avanti. Finalmente risolta la questione bob, bob e skeleton per i Giochi Invernali Milano-Cortina 2026. Firmato l’accordo ufficiale tra la Regione Veneto e il comitato organizzatore. Propone un completo rinnovamento della storica pista Eugenio Monti, utilizzata per i Giochi Invernali di Cortina d’Ampezzo nel 1956, ma chiusa dal 2008 per mancanza di fondi per la sua manutenzione e manutenzione. L’accordo siglato tra le due parti dovrebbe consentire l’avvio dei lavori di ristrutturazione stimati in 61 milioni di euro. Il progetto di ristrutturazione del sito è stato oggetto di una campagna di mobilitazione da parte di diversi gruppi locali e ambientalisti. Il CIO ha anche dimostrato che è più conveniente utilizzare i binari già esistenti, compresi quelli di Innsbruck in Austria o di St. Moritz in Svizzera. Ma Milano-Cortina 2026 non si è arresa. Rimarranno quindi in campo italiano le gare di bob, bob e skeleton. E secondo il suo governatore, Luca Zaia, il Veneto potrà presto acquisire l’attrezzatura per gli sport invernali di riferimento in Europa.

versione franceseLa pista di bob rimarrà in Italia

Etichette: Milano Cortina 2026

READ  Gran Premio di Russia | Lewis Hamilton ha ottenuto la sua centesima vittoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.