Italia – Galles 1-0: ‘Azurde’ da record, imbattuto a 16 (hl)

L’Italia ha vinto per la quarta volta nella sua storia la fase finale della Coppa dei Campioni e del Mondiale, in tutte le partite del girone e con nove punti in attesa dell’avversario negli ottavi di finale del Campionato Europeo per Nazioni, tra Ucraina e Austria.

Mancini ha avuto modo di verificare lo stato delle nazionali, iniziando la gara con 8 cambi rispetto alle prime due gare della squadra. I cambi non hanno permesso ai Blues di trovare il ritmo, ma il gallese d’altronde non è stato innocuo, con Ramsey in testa all’attacco e Bale fuori dai giochi.

Dal 20′ in poi l’Italia preme costantemente in area Ward, con Chiesa e Belotti, fino a trovare l’1-0 su calcio piazzato. Verratti sbaglia al 39′ e Pezina, passato sul primo palo, insacca bene la palla per l’1-0.

Lui stesso perderà un’altra occasione prima della fine del primo tempo, visto che entrambe le squadre vanno negli spogliatoi con una differenza reti. Al 53′ Bernardeschi assesterà la traversa dopo un errore e dopo 3 minuti i sogni del gallese finiranno.

Abaddo andrà a centrocampo con i tappi alla caviglia Bernardeschi e verrà espulso. Mancini ha continuato i cambiamenti, ma Ward ha deciso di mantenere il punteggio basso, cosa che ha fatto.

1-0 è stata l’undicesima vittoria consecutiva per l’Italia con 32-0 reti e allo stesso tempo ha mantenuto una sconfitta nella 30esima partita, eguagliando il record della grande Italia degli anni ’30.

Tuttavia, per la terza volta nella loro storia, i gallesi gareggeranno in un girone del grande torneo e aspetteranno il secondo girone del secondo girone, Russia o Finlandia, all’età di 16 anni. Gli italiani affronteranno il terzo girone da dei Paesi Bassi, ovvero uno dell’Ucraina o dell’Austria.

Italia: Donaroma (89° Sirigu), Bastoni, Toloi, Bonucci (46° Acerbi), Emerson, Zorginio (75° Cristante), Pesina (87° Katsrovili), Verratti, Chiesa, Bernardo Pispani (75)

Galles: Ward, Gooder, Abaddon, Rodon, Roberts, Williams (86 gradi, Davis), Muriel (60 gradi), Allen (86 gradi), James (74 gradi, Wilson), Bell (86)

READ  Musa ha scelto di rappresentare la nazionale americana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *