Italia: divorzio registrato tra Dybala e Juventus

Paulo Dybala con la Juventus mentre accoglie l’Udinese, 15 gennaio 2022 a Torino Isabella Bonnotto

Un funzionario del club bianconero ha annunciato lunedì che la Juventus Torino non offrirà un nuovo contratto al regista argentino Paulo Dybala, al termine dell’attuale contratto di locazione in scadenza a giugno.

“Con l’arrivo di Vlahovic (a gennaio, ndr) la sua posizione non è più centrale. Sarebbe stato meglio decidere di non rinnovare il contratto”, ha affermato da diversi media italiani il direttore generale della Juventus Maurizio Arrivabene.

Dybala, 28 anni, è alla Juventus dal 2015. Aspettava con impazienza questa stagione, è stato nominato vice capitano ad inizio stagione, ma diverse assenze per infortuni hanno condizionato la prestazione di questo grande giocatore nella “Vecchia Signora”.

Il divorzio di Dybala, altra stella che ha lasciato la Juventus un anno dopo la partenza di Cristiano Ronaldo, è stato registrato con il suo club durante un incontro diurno con l’entourage del giocatore.

Le trattative vanno avanti da mesi. Semaforo verde per un prolungamento ad inizio stagione, ma per alcuni mesi la Juventus è sembrata meno disposta ad aderire alle pretese salariali dell’argentino.

A gennaio, Goya (“The Jewel”, il suo soprannome) non ha nascosto la sua frustrazione per la procrastinazione del club, consolidando il vantaggio sugli spalti senza sorridere dopo aver segnato un gol contro l’Udinese.

– Diversi club in classifica –

Questo gesto di sfida è stato interpretato come una risposta alle parole dello stesso Maurizio Arrivabene di pochi giorni fa. Quest’ultimo riteneva che “ognuno dovrebbe guadagnarsi il suo posto e mostrare il valore che si dà”.

READ  Spagna-Italia, semifinali Coppa delle Nazioni Europee: quando e su quale canale?

Domenica Dybala ha segnato ancora per il suo ritorno da titolare dopo diverse settimane di assenza ed è uscito con una standing ovation dallo Juventus Stadium. Ma questo non è bastato a convincere la Juventus, che deve anche tenere d’occhio i conti, dell’ancora poco turbata per l’eliminazione anticipata in Champions League della scorsa settimana.

“Abbiamo pensato molto, ma i dirigenti della Juventus non prendono decisioni contro la Juventus, ma per la Juventus”, ha detto lunedì sera l’agenzia di stampa italiana ANSA, citando l’ad della Juventus.

“È stato facile fare un’offerta bassa ma non rispettare Paulo, che ha trascorso sette anni con noi”, ha detto.

Il giocatore non ha parlato dopo l’incontro, organizzato durante la giornata.

Diversi club parteciperanno alla corsa per attirare il massiccio argentino, più libero che mai a fine stagione, tra cui Inter e Atletico Madrid, secondo la Gazzetta dello Sport.

Alla Juventus Dybala – arrivato nel 2015 dal Palermo – ha segnato tanto (113 gol in 283 partite) e vinto tanti scudetti: cinque scudetti e quattro Coppe Italia. Anche se è improbabile un sesto scudetto, potrebbe comunque aggiungere la Coppa Italia a quella lista, con la Juventus in pista per qualificarsi alla finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.