Eriksen non potrà più giocare in Italia con il pacemaker!

Sarà difficile per Christian Eriksen tornare a giocare nel campionato italiano a causa dell’impianto del defibrillatore a cui sarà sottoposto.

L’impianto di pacemaker sottocutaneo di Christian Eriksen, programmato oggi e che avverrà sabato, vieta al 29enne nazionale danese di tornare nel calcio italiano.

Secondo il sito web del quotidiano italiano, La Gazzetta dello Sport, “le regole in Italia impediscono ai giocatori cresciuti in modo permanente di giocare”.

“Dopo aver condotto diversi esami cardiaci su Christian Eriksen, si è deciso di indossare un defibrillatore sottocutaneo, comunemente noto con l’acronimo ICD (Implantable Automated Defibrillator). “Questo dispositivo è necessario dopo un infarto dovuto a disturbi del ritmo cardiaco”, ha affermato il correlatore annuncio – che è stato pubblicato su Twitter – dalla Federazione danese, co-scritto con i medici del Righospitalet, dove il giocatore è ancora ricoverato.

L’annuncio non menzionava la diagnosi e il sindacato non specificava la causa dell’aritmia, ma secondo il quotidiano italiano tutto farebbe pensare che si tratti di miocardite.

Sorge la domanda se il defibrillatore è temporaneo o sarà permanente. Ci sono calciatori d’oltreoceano che giocano con un simile “sistema” impiantato, tra i quali l’olandese Daley Blind è l’esempio più famoso.

Questo però non è possibile in Italia. Quindi tutto sul suo futuro dipende dai test che verranno fatti tra poche settimane.

READ  Olympiacos: E che dire di Buffon in porto! Sportdog.gr - Notizie sportive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *