Coppa Italia: grande scontro tra Ibrahimovic e Lukaku durante il derby di Milano

Le loro foto tête-à-tête sono diffuse in tutta Europa. I due giganti Zlatan Ibrahimovic (1,95 m, 95 kg), attaccante del Milan, e Romelu Lukaku (1,90 m, 94 kg) dell’Inter, si sono gridati l’uno contro l’altro martedì sera 26 gennaio durante i quarti di finale di Coppa Italia tra due squadre a Milano. Se l’Inter si è qualificata per le semifinali vincendo (2-1), è stato il duello tra i due marcatori a catturare l’attenzione.

Dopo aver aperto le marcature, Ibra si troverà nel mezzo di una rissa con l’attaccante belga Romeo Lukaku, suo ex compagno al Manchester United per una stagione (2017-2018). Dopo un’azione, il belga e la Svezia si insultano a vicenda. “Andate a chiamare vostra madre e andate a eseguire un rituale vudù, sciocchi”, in particolare il rilascio dell’ex attaccante svedese dal Paris Saint-Germain al belga.

Attacco apparentemente in riferimento a un episodio avvenuto nel 2017, quando Lukaku ha rifiutato un’offerta per estendere l’Everton perché sua madre aveva visto, durante un rituale voodoo, che suo figlio era stato consigliato di firmare per il Chelsea. Poi ha risposto l’attaccante belga. “Vuoi parlare di mia madre?” perché ? Accidenti a te e tua madre. Parliamone, è p … ”

Insulti anche nei corridoi di San Siro

I due giocatori si sono poi sfidati a vicenda, prima di ricevere un avvertimento. Gli insulti sono proseguiti dopo il fischio dell’arbitro mentre si dirigeva negli spogliatoi. Ibra avrebbe chiamato di nuovo il belga: “Ti aspetto dopo”. Infuriato, Lukaku ha poi cercato di raggiungere Ibra nei corridoi dello stadio di San Siro prima di essere impedito.

Il cartellino giallo ricevuto dopo una lite con Lukaku è costato caro a Zlatan. Ha ammonito ancora nella ripresa per un fallo quando ha provato ad interrompere un metro indoor (58), lo svedese è stato espulso. I rossoneri hanno poi lottato con il dominio dell’Inter, che prima ha pareggiato con un calcio di rigore intorno a Lukaku (1-1, 71) prima di segnare il gol della vittoria con una punizione di Eriksen alla fine della partita (2-1, 90.) .

READ  La qualificazione in 10 è l'Atalanta, 3-2 contro la Lazio

Cacciare il gigante svedese, che festeggerà i suoi 40 anni a ottobre, potrebbe rivelarsi troppo costoso per il Milan. Il sette volte campione d’Europa, che guida il Calcio di due lunghezze … l’Inter, può perdere a lungo in caso di rigori pesanti il ​​terzo marcatore del torneo (12 reti).

Al Suwaidi ha parlato mercoledì su Twitter, dove si è difeso dagli insulti razzisti contro il belga. Ibrahimovic ha scritto: “Nel mondo di Zlatan non c’è posto per il razzismo”, accusando alcuni di usare le parole “asino” (asino) o “scimmia” (scimmia) nella sua lite con il suo ex compagno di squadra del Manchester United. Siamo tutti della stessa razza, siamo uguali. Siamo tutti giocatori e alcuni di noi sono migliori di altri. “

le notizie PSG Express

Le nostre informazioni sul club della capitale

L’arrogante svedese ha ricevuto il sostegno di Paul Pogba, suo ex compagno del Manchester United. “Elemental Zlatan? Mi ama così tanto e quindi è l’ultima persona su cui sogno di essere razzista! Andiamo, non stiamo scherzando con questo ragazzo! Twitter della comunità internazionale francese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *