Ciclismo: Campione Europeo Colberelli e quattro per l’Italia!

L’italiano Sonny Colbrilli, campione europeo di ciclismo su strada a Trento, 12 settembre 2021 Alberto Pizzoli

E quattro di fila! Il campione italiano Sonny Colbrelli ha cementato il suo dominio italiano nel Campionato Europeo di Ciclismo su Strada correndo con la maglia costellata di stelle della grande speranza belga Remco Evenpoel, domenica a Trento (Italia).

Solo Colbrelli è riuscito a restare al volante del belga per dominare in finale e regalare all’Italia il quarto titolo continentale, con quattro piloti diversi, dopo essersi incoronati Matteo Trentin (2018), Elia Viviani (2019) e Giacomo Nizzolo (2020).

Il francese Benoît Cosnefroy, che ha seguito a lungo le prime due, ha lasciato l’ultima delle otto salite alla costa di Beauvou (3,6 km al 4,7%), a una decina di km dalla fine. Si consola con il terzo posto, a 1 minuto e 30 secondi.

“Non sono partito con grandi emozioni, sentivo un po’ di pressione per essere a casa, tra i favoriti. Ma ho beneficiato di una grande squadra, grazie in particolare a Matteo Trentin. Vincere questo evento è davvero una cosa incredibile”, il degustato il vincitore, proseguendo la tradizione italiana, in assenza dello sfortunato detentore del titolo Nizzolo.

Bisognava però essere forti per resistere a Evenepoel, e lui è già tornato al meglio a un anno dalla sua pericolosa caduta al Giro di Lombardia (un bacino rotto). A Trento ha conquistato il suo secondo podio nell’Europeo, dopo il terzo posto nella prova cronometrata di giovedì.

In una corsa piuttosto breve (179 km) ma intensa sin dall’inizio, scandita in particolare da diversi tentativi francesi, il giovane belga ha fatto esplodere il gruppo di testa di dieci passeggeri a 22 chilometri dal traguardo, durante l’ultima salita in testa di Buffo, l’unica difficoltà sul circuito Gli ultimi 13 km runners hanno percorso otto volte.

READ  Gran Premio d'Italia sulla ERT

Solo Colbrelli e Cosnefroy sono riusciti a prendere Evenepoel, mentre altri favoriti della giornata, come il doppio vincitore del Tour de France Tadej Pogacar (finalmente quinto a 1min 43sec), hanno abbassato la bandiera.

Ma Evenepoel non è mai riuscito a ottenere il “appiccicoso appiccicoso” Colbrelli, che ogni tanto è apparso al limite sull’ultima salita ma è nettamente più forte in una corsa a due contro il famoso Duomo che ospitò il Concilio di Trento nel XVI secolo.

E così Colbrelli conferma la sua buona stagione, così come il titolo di campione italiano di giugno, con l’ultima vittoria al Benelux Tour.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *