Charlie Trussardi: un viaggio atipico di ASM in ASM Diventare Campione Italiano

Il titolo definitivo Oltre le Alpi di Charlie Trussardi. Il 24enne è stato incoronato campione d’Italia la scorsa settimana con la sua squadra di Rovigo, sconfiggendo il nemico Padova in un’emozionante finale (23-20). Un titolo che conclude positivamente l’esperienza mista d’oltralpe.

Da Claremont a Rovigo passando per Béziers e Treviso

Formatosi all’ASM Clermont, il giovane mediano ha fatto il suo debutto con i Jaunards durante la stagione 2017-2018, beneficiando di diversi infortuni alla squadra di Clermont. Ha prestato la stagione successiva in ProD2 al Béziers, e si è assicurato il tempo di gioco, prima di tentare una nuova avventura in Italia, al Benetton Treviso, uno dei principali club del paese.

Usato poco, ha deciso di cambiare aria in questa stagione e passare al Rovigo. Una necessità per il giovane giocatore. “Il Treviso ha avuto due anni molto complicati in Pro14 e per risparmiare tempo avevo un altro club dove potevo andare a giocare qualche partita di tanto in tanto. […] Verso la fine dell’anno ebbi una serie di incontri con loro e trovai il mio posto lì. Ho vissuto le ultime fasi del campionato italiano, ho vissuto questa esperienza e abbiamo sorpreso tutti diventando quest’anno campione italiano. ” Una scelta che ripaga.

Nonostante rappresentino città italiane, Benetton Treviso e Zepre giocano a rugby nella Pro14, la Super League europea composta da squadre provenienti da Galles, Scozia, Irlanda e Italia. Il campionato italiano si chiama Top10.

Scudetto contro ogni pronostico con il Rovigo

Unendosi al club italiano Rovigo, Charly Trussardi non è andato per il favorito del titolo. Tuttavia, la sua squadra è salita al secondo posto in campionato alla fine della stagione regolare.

READ  L'Atalanta ha saltato il "Friuli", 1-1 con l'Udinese

In semifinale ha affrontato l’ex ASM Calvisano nella tribuna n°9 della sua squadra: il Rovigo ha perso in trasferta 31-22, prima di vincere 17-6 in casa per convalidare il suo biglietto in finale per soli due punti (39-37 cumulativo dei due giochi).

“Abbiamo vissuto tante emozioni, che fosse in semifinale o in finale”, ci ha detto il semisegretario. Abbiamo perso la nostra prima semifinale quando abbiamo giocato meglio a rugby. Abbiamo perso perché abbiamo perso la partita, ma sapevamo di essere migliori. Al ritorno, eravamo fiduciosi in noi stessi, sapevamo che avremmo vinto, senza fingere e rispettando l’avversario. Tuttavia, non sapevamo se sarebbe stato sufficiente per qualificarci per la finale”. .

Charlie Trussardi: “Cerchiamo di non impazzire…”

Un biglietto per la finale strappato alle viscere che il Rovigo non sciuperà contro l’avversario Padova. “Questo è il derby”, spiega Trussardi. E la sua squadra alla fine avrebbe vinto 23-20 per vincere il campionato italiano, cinque anni dopo il loro ultimo titolo nel 2016.

“Vincere una coppa è eccezionale, te lo diranno tutti gli atleti. A livello umano, è davvero pazzesco vincere un campionato, e a livello di rugby è molto bello, soprattutto con tutta la pressione”, dice Trussardi. Rovigo è davvero una città che vive di rugby, e in Italia non esiste Oh davvero”.

« Vincere un trofeo è eccezionale, te lo diranno tutti gli atleti. A livello umano, è davvero pazzesco vincere un campionato, e a livello di rugby, è piuttosto bello, soprattutto con tutta la pressione”.

Charlie Trussardi, ex mediano di mischia dell’ASM (vuoto)

« Mi piacerebbe tornare in Francia la prossima stagione”.

L’avventura italiana di Charly Trussardi si chiude in bellezza, nonostante una grossa delusione per il suo club, il Treviso. « Non quello che mi aspettavo (arrivando in Italia), sono rimasto deluso dalle circostanze e dalla mia esperienza con Treviso, ma ho recuperato magnificamente a Rovigo vincendo il titolo ».

Libero di mettersi in gioco dove vuole la prossima stagione, il giovane dovrebbe tornare a giocare in Francia. “ Sono in trattative con diversi club in questo momento, ma non so ancora dove sarò l’anno prossimo. Vorrei tornare in Francia. Ho ricevuto proposte dai club italiani dopo questo anno meraviglioso, ma voglio tornare in Francia per trovare il livello più alto possibile. Siamo più interessati ai club Pro D2 in questo momento. Charlie Trussardi ha detto:

“ASM è il mio club del cuore”

Confrontando i due titoli nella sua giovane carriera, Charlie Trussardi ammette che la scelta sembra ardua. “È difficile per me dirlo perché ho iniziato a rugby all’ASM, ho giocato a rugby per tutta la vita qui, è davvero il mio club del cuore, quindi vincere un titolo con l’ASM, c è davvero una cosa forte”, ha detto Dopo l’anno scorso (2017-2018), ha detto, ero con la prima squadra più di quanto non lo fossi con le speranze, quindi sono stato meno coinvolto in questo titolo nel lungo periodo, e sono stato coinvolto principalmente nelle fasi finali. titolo di campione di Francia spero, è fantastico, ma non è il titolo più importante per il paese, mentre qui c’è il campione italiano, sono come nessun altro ma sono comunque bellissimi”.

ASM – La Rochelle: Morgan Parra guida Clermont alla vittoria e ai playoff

Se non dovesse tornare a breve all’ASM, il suo club del cuore, Charly Trussardi, invece, dovrebbe spingere troppo presto il promotore francese, e perché no, con l’obiettivo di vincere un nuovo trofeo.

Jason Cotard

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *