Cassano preferito in Italia, ignorando Napoli!

L’inizio della prima divisione quest’anno ha prestato molta attenzione. La battaglia per la vetta è cambiata molto rispetto agli anni precedenti. Fino all’anno scorso, la Juventus non permetteva a nessuna squadra di sfidarlo. La “grande signora” ha preso un posto fisso nel capannone nella classifica del campionato italiano. Adesso le cose sono cambiate e la Serie A è più competitiva.

Questo non è necessariamente dovuto alla caduta competitiva dei “Bianconeri”. Il resto degli “adulti” è diventato più forte. L’Inter ha vinto lo scudetto l’anno scorso e anche quest’anno è tra i favoriti per lo scudetto. Ottimo anche il Napoli finora, con “Partenopy” che inizia con la magia del 7×7. Seguono anche Milan e Roma, che hanno rafforzato la rosa.

Seguici sul nostro canale YouTube ufficiale

Con tutto quanto sopra è difficile indovinare chi siederà alla fine della palla. La concorrenza è spietata e tutte le squadre sembrano avere sufficienti possibilità di arrivare prima alla fonte. Secondo il veterano professore italiano Antonio Cassano, le cose sembrano un po’ più specifiche. Il 39enne guest star su Christian Vieri ha voluto regalare il proprio beniamino per vincere il Campione d’Italia.

Cassano crede nella Juventus più del Napoli

Secondo Cassano la prima parola spetta all’Inter e alla Juventus, poi il Napoli, che sembra non fidarsi molto di loro nonostante l’ottimo inizio. Per quanto riguarda Milan e Roma, gli italiani credono di non poter raggiungere la vetta della Serie A in finale.

“Inter e Juventus sono le due maggiori favorite del campionato. Lo confermo perché penso che la Juventus abbia la squadra migliore di sempre. Considero il Napoli la terza ruota del carro. Poi ci sono Milan, Roma e il resto”. Antonio Cassano.

READ  Una grande operazione di polizia nel centro di Atene

Segui sportsking.gr su Google News Per essere il primo a conoscere le novità dei maggiori campionati europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *