Buffon: “Ho detto no alle squadre di Champions League al Parma”

Buffon è tornato nella squadra che lo ha reso calciatore. Lì divenne noto al grande pubblico e vinse un trasferimento a vita alla Juventus. Il Parma è il club di cui stiamo parlando che giocherà in Serie B d’Italia. Ma questo non è qualcosa che ha frustrato Gigi.

La seconda parentesi bianconera del 43enne portiere è finita. Sono stato al Paris Saint-Germain per una stagione. Ha lasciato Torino quest’anno definitivamente e definitivamente. Ma non chiuderà le scarpe, ma farà un favore agli amici del Parma, per indossare di nuovo la sua maglia dopo tanti anni.

Naturalmente molte squadre volevano Gianluigi Buffon. Ha senso che, nonostante la sua età, stia ancora maturando e abbia ancora appetito per il campionato. Pertanto, sarebbe un grande onore per qualsiasi squadra catturarlo. Non dimentichiamo che uno di loro somigliava all’Olympiacos.

Buona lettura. Ma puoi vantarti di noi anche sul nostro canale Youtube?

Buffon boccia le squadre della Champions Champions

Lui stesso ha rilasciato dichiarazioni a Sky Sport Italia, sottolineando di aver rifiutato alcune proposte molto interessanti. “Ho tanti ricordi di qui e la mia motivazione è scrivere qualche pagina più importante nel libro di storia del club. Questo è il motivo principale per cui sono venuto qui, insieme ad altri 999 motivi.

Ho bisogno di essere felice e il Parma è un posto che mi ama tanto quanto io amo loro / Ho avuto due possibilità di andare in squadre che rivendicano la Champions, ma non da campione. Ho accettato il ruolo di sostituto alla Juventus per via del mio forte rapporto e amicizia con la gente del posto, ma non volevo continuare così per altri due anni.

READ  Giro d'Italia: vince Campenaerts prima delle Dolomiti

La gente dimentica, ma il Parma è il quarto club più titolato in Italia in termini di titoli europei. È un club con un presente difficile ma un passato glorioso e penso che abbia un grande futuro”.

Segui sportsking.gr su Google News Per essere il primo a conoscere le novità dei maggiori campionati europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *