“Berardi ha chiesto di cedere al Sassuolo”

Domenico Berardi, una delle stelle italiane che ha trionfato agli Europei, sembra aver chiesto il trasferimento. Dopo aver giocato tutta la sua carriera al Sassuolo, il 27enne crede che sia ora di cambiare.

L’aiuto del Sassuolo per la possibile cessione viene inviato in Italia, su richiesta di Domenico Berardi. Secondo i media locali, il 27enne vorrebbe lasciare il Sassuolo. Qualcosa che lo ha fatto conoscere ai suoi capi squadra.

Chiede al Sassuolo di abbandonare le sue richieste

Tuttavia, questa non è una novità per gli “spazi d’acqua”. La presenza di Berardi con l’Italia nell’Europeo, ma anche negli ultimi anni con la sua squadra, ha suscitato vivo interesse in molte squadre. Tra questi ci sono Milan e Dortmund, in quanto l’attaccante italiano è una squadra di altissimo livello. Quindi, sentendo di aver fatto quello che poteva dare, ha chiesto un grande favore alla sua squadra.

Questo per far sì che il Sassuolo abbandoni le sue richieste per i suoi servizi. ‘Spese d’acqua’ non vogliono ostacolare Un giocatore così fedele Come il passaggio precedente. Ma stanno aspettando di avere “formaggio” in cambio se hanno intenzione di venderlo. Qualcosa che Berardi vuole aggiungere un po’.

Le richieste iniziali della Nazionale italiana sono 40 milioni di euro. L’importo particolarmente elevato deve essere pagato nella stagione del coronavirus. Ma Berardi vuole riportarlo a livelli più normali, intorno ai 30 milioni di euro. Qualcosa che vuole come segno di “gratitudine” per il suo fedele servizio al club e ai suoi colossi.

La scorsa stagione, l’attaccante italiano è stato eccellente in Serie A, essendo uno dei più forti “difensori” del campionato, segnando 17 gol in campionato e partecipando a 8 assist. Nonostante i suoi sforzi, il Sassuolo ha perso il biglietto europeo dalla Roma all’ultimo minuto.

READ  CICLISMO - Giro d'Italia 1991: Didier Theo 'Fallito Incontro con Gloria

Segui sportsking.gr su Google News Per essere il primo a conoscere le novità dei maggiori campionati europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *