Anna Kurakaki: Suo padre si è buttato contro il sindaco del dramma

– Tra 15 giorni inizia l’allenamento e non c’è il poligono di tiro!
– Non sapevo niente di demolire il poligono di tiro – nessuno mi ha chiamato
Il Comune di Drama non si è mai preoccupato dei suoi figli che gareggiano alle Olimpiadi

Il padre e allenatore di Anna Kurakaki, Tasos, non ha masticato le sue parole. Subito dopo i primi festeggiamenti e la splendida accoglienza che hanno ricevuto nella loro città, ha raccontato di tutto e ha spiegato cosa era successo al poligono di tiro.

Tasos Korakakis ha detto che tra 15 giorni dovrebbe iniziare ad allenarsi per i Mondiali in Italia e non c’è il poligono di tiro! Ha detto in modo caratteristico: “Sono arrivati ​​i successi dal campo e Damari, e continueremo lì…”.

Parlando a STAR TV nel nord della Grecia, è riuscito a confrontarsi con il comune di Drama per la distruzione del poligono di tiro e ha anche parlato delle condizioni di allenamento.

Il signor Koracakis ha detto che nessuno lo aveva contattato e che non era a conoscenza della distruzione del poligono di tiro. “Non abbiamo comunicato e non abbiamo segnalato la demolizione del poligono di tiro. Tra 15 giorni in Italia dovrebbero iniziare gli allenamenti per i Mondiali e non sappiamo se si troverà una soluzione”, ha detto caratteristicamente.

L’allenatore d’oro di Anna ha dichiarato: “La demolizione è stata fatta in modo che le immagini e le condizioni di allenamento non si diffondessero. I successi dal campo e la devastazione sono arrivati, e continueremo di nuovo lì, se non ci saranno aiuti”. Infine, ha accusato direttamente le autorità locali, dicendo: “Il comune e il sindaco del dramma non hanno mai mostrato interesse per i bambini del dramma che gareggiano alle Olimpiadi”.

READ  Cosa succede a Pierluigi Colina, l'arbitro più famoso e rispettato della storia?

Ascolta TASOS KORAKAKIS

Tasos Korakakis ha voluto visitare il poligono di tiro all’aperto dove lui, Anna e suo figlio Dionisi si sono allenati.

Tasos Korakakis era terribilmente eccitato e pieno di emozioni Drmini Quanto alle prime foto che ha visto al ritorno da Rio, che cita, tra l’altro:

“Sono così triste, non mi aspettavo questa cosa, è un lavoro che mi ha sorpreso… Abbiamo discusso alcune cose con il sindaco prima, e abbiamo detto di tornare e vedere cosa faremo con lo spazio qui, venire a qualsiasi accordo sul poligono di tiro è in sospeso immediatamente, perché nel corso di un mese abbiamo la Coppa del mondo e dobbiamo prepararci. Ora non c’è posto, dobbiamo andare a Volos o ad Atene, per noi è la cosa peggiore, volevamo essere nel dramma in questo posto in cui abbiamo lavorato, sarebbe bello avere un buon poligono di tiro ma cosa facciamo… cosa posso dire ho perso la parola non l’ho fatto aspettavo questo con qualsiasi cosa avevo cose che volevo tenere da qui come souvenir avevo degli obiettivi sono state distrutte non ho trovato le cose che volevo tenere da questo La capanna per la quale abbiamo avuto tanti anni e Anna Olympionikis è uscita. …”


Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.