Alonissos Underwater Museum “viaggia” tramite National Geographic

In onore del Museo Sottomarino Alonissos “viaggia” in sei paesi editi da National Geographic (America, Spagna, Portogallo, Italia, Francia e Brasile), come indicato in una relativa pubblicità. In una breve revisione del museo, è stato confermato che un pescatore iperattivo locale è stato il primo a localizzare l’antico relitto nel 1985.

Secondo i risultati, si stima che una grande nave mercantile, forse ateniese, affondò lì intorno al 425 a.C. Era caricato con migliaia di bottiglie di vino delle antiche città di Mindy e Pyarithos. In effetti, uno degli elementi che rendono unico questo monumento è che il naufragio fa parte del più grande parco marino naturale d’Europa, il Parco Nazionale Marino di Alonissos e N. Sporadi. Inoltre, è stata menzionata l’aggiunta del Centro di informazione e sensibilizzazione pubblica nella città di Alonissos, che consente a tutti di navigare nel misterioso naufragio con l’aiuto della realtà virtuale.

“Il nostro obiettivo è che Alonissos diventi una destinazione subacquea esemplare in tutta la Grecia. La cooperazione sistematica del comune con giornalisti di tutto rispetto in questa direzione, come con l’autore dell’articolo, Maria Atmazidou, ci consente di evidenziare la nostra ricchezza naturale unica e sottomarina su su scala globale “, ha detto in merito all’omaggio al sindaco di Alonissos Petros.

Va notato che la formazione di un luogo visitabile nel relitto di Peristera Alonissos è il risultato della collaborazione Eforate di archeologia sottomarina subacquea del Ministero della Cultura e dello Sport, della regione della Tessaglia e del comune di Alonissos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *