2020: L’anno è passato per (e) calciatori di fama mondiale e brillanti

Nel 2020 scansiona le persone contagiate dal Coronavirus, ma “porta” con sé calciatori di livello mondiale, come Maradona e Paolo Rossi.

Non sono solo i giorni bui di dicembre a essere più oscuri dei meridionali nelle nostre anime. Non è solo il Coronavirus che ci prende come una morsa gigante e ci schiaccia i nervi … Oltre alle perdite, L’inevitabile perdita di personaggi simbolici ha plasmato in modo indelebile la vita di molti di noi con la loro presenza e performance. E sto parlando dei calciatori, che una volta erano ipnotizzati e nello sfortunato anno 2020 hanno viaggiato in paradiso. Ci sono molti!

Inizia con lui Maradona E finito Paolo Rossi? E scrivendo solo di calciatori, è lecito non toccare i campi da basket chiusi anche per un giocatore di basket? Sì, l’anno che partirà tra pochi giorni è entrato come uno tsunami ed è tornato nel mare del tempo con le forme del calcio mondiale. Il mezzo dio del mondo del basket: He copia stampa!

Un’altra popolare “vittima” del 2020 o Paolo Rossi è il calciatore italiano che ha battuto Socrate e Falcao del Brasile In semifinale Coppa del Mondo 1982 e alzando il “Golden Trunk” in finale con i tedeschi. Scopriamo l’intreccio di coloro che ci hanno lasciato i loro ricordi, non in ordine cronologico, ma in base alla loro origine.

Spyros Pomonis ora dribbla in Draw / Copyright: INTIME SPORTS

Grecia, ci siamo salutati

Demetris Papadopoulos (69) Ergotelis, calciatore e allenatore OFI e AEK.

George Papamishell (67) Player di Doxa Drama 1973-1981 e Aris Thessaloniki.

Andreas Papemanuel (81) “Bunny” di Panathinaios 1958-1969 ha giocato anche per AEK ed è stato uno dei capi esecutivi di Ethniki (1959-1965).

Giannis Calogeras (83) Vice allenatore (1987-88) e scout del Panathinaikos.

Vasilis Samaras (95) Il più vecchio giocatore PAOK (1947-50).

Babys Tselegraides (74) Calciatore del PAOK 1972-75.

Christos Ambos (83) Un giocatore AEK degli anni ’50 e ’60.

Thanassis Entzoglu (75) Un giocatore simbolico per Panionios durante il periodo 1962-1976.

READ  "Pasta Maradona" marchio di pasta Diego Maradona lanciato in Italia prima della scomparsa dell'Argentina (n. 10 Diego)

Spiros Pomones (76) Ala sinistra più veloce di AEK ed Ethniki negli anni ’60. Ha infilato la sua scarpa a Ethnikos Pireo nel 1974 e ha continuato come veterano della squadra Saronic di Aegina.

Savas Theodorides (85) Il portiere della nazionale dell’Olympiacos, così come il presidente e il rappresentante, con le sue dichiarazioni e gli interventi che saranno registrati nella storia del calcio greco.

Antonis Gorgadis (85) Calciatore di Doxa Drama, allenatore di AEK, Olympiakos e Nazionale di Grecia.

ap_66073013389.jpg
Jackie Charlton ignora Alan Powell, Roger Hunt ride. Copyright: AP PHOTOS

L’Inghilterra è assente

La nazionale dei Tre Leoni, che ha sollevato l’unico trofeo vinto: il Mondiale del 1966, quest’anno ha contato altre tre sconfitte:

Jackie Charlton (85), fratello di Bobby Charlton, ha giocato il Leeds United e la grande squadra nazionale inglese. Ha concluso la sua carriera come allenatore all’EIRE.

Stili per principianti (78) Gli Amici dei “Tre Leoni” ricorderanno il centrocampista difendendo la sua straordinaria passione e il modo in cui ha celebrato la sua conquista. Coppa del Mondo A Wembley. Styles è stato descritto come il “cuore e l’anima” della squadra nazionale inglese. Era anche un membro della sua squadra Manchester UnitedChe ha vinto la sua prima Coppa dei Campioni.

Peter Bonetti (78) Portiere – Leggenda del Chelsea che ha anche sentito il nome “Gatto”. In National era un sostituto, all’ombra di Gordon Banks. Ha anche giocato per il Dundee United.

Norman Hunter (76) Difensore sostituto nella 66 squadra nazionale; Non ha giocato ma faceva parte della squadra che ha festeggiato con “Gil Raim” a Wembley. Libri di storia con i colori di Leeds. Sconfitto da Covid-19.

Ma anche altri giocatori britannici “se ne sono andati” lo scorso anno: Chris Parker (39) – Barnsley, Cardiff City, Southend United Bobby Brown (96) Scotsman, membro della Scottish Hall of Fame – Rangers, Queens Park e Scottish National Coach (1946-1952). Peter Woodingham (35) Calciatore di Cardiff, Aston Villa, Blackburn e Rovers. Infine ο Ray Clemens (72) Uno dei migliori portieri del calcio inglese. Per molti è stato meglio Gordon Banks E da lui Peter SheltonLiverpool, una figura di spicco a metà degli anni ’70 e ’80.

READ  Formula 1 - F1 2021: Il Gran Premio d'Australia dovrebbe essere rinviato
ap_8606220435.jpg
Copyright: AP PHOTOS

Non piangere Argentina …

Il calcio argentino significa Diego Armando Maradona E viceversa, “el pibe de oro” non vive più qui e il calcio mondiale piange la sua perdita. Maradona “partì” all’età di 60 anni il 25 novembre. “Arrivederci” e da: Amadeo Carrison (93) Un giocatore del River Plate ha giocato con Al-Watani nella Coppa del Mondo del 1958. Silvio Marcolini (79) Ha giocato con Ferro Karel Oste, Boca Juniors e con la squadra nazionale nel 1962 e 66 Coppa del Mondo.

Giocatori che hanno scritto la storia

Nel 2020, ha mancato di rispetto ai calciatori che un tempo adoravano gli dei nelle loro terre d’origine e sono diventati famosi nei loro miti. A partire dal Ottima scuola olandese La Grande Sinistra Ruby Rinsenbrenk(72) Un attaccante è emerso quando è emerso dalla sua ombra Johan Cruyff. Ha legato il suo nome all’Anderlecht e alla nazionale olandese negli anni ’70. Barry Hulshoff (73) Ajax e National Footballer. Peter Kimber (77) – PSV nazionale. Wim Tireber (75) Un calciatore dell’Ajax e della nazionale che raggiunse la finale dei Mondiali nel 1974 e nel 1978.

903720.jpg
Hans Tilkovsky in panchina all’AEK (accanto a lui Georgamlis) / IN TIME SPORTS

A partire dal Germania Il Hans Tilkovsky (84) Il grande portiere, che ha tenuto alta la Germania Ovest nella finale di Coppa del Mondo di Wembley fino a quando l’obiettivo di Harst è ancora in discussione … ha giocato per Westphalian Hearn, Borussia Dortmund. Il miglior giocatore della Germania nel 1965 e sarà ricordato dai greci come allenatore dell’AEK nel 1981.

A partire dal Brasile Il Louis Moraes, Comunemente conosciuto come αμπεσάο (89), ho giocato a Corinthians 1949-54, 1957-60, Portogallo, e con la nazionale ha giocato nel Mondiale del 1954). Il Ίντιο (89) Calciatore brasiliano Flamengo, Espanyol ed Ethniki nella Coppa del Mondo 1962.

READ  Leader nella storia della Champions League o del Real (Statistiche)

A partire dal Bulgaria Il Petko Petkov (73) Calciatore austriaco e nazionale peruviano – primo marcatore del campionato bulgaro (1974, 76) e allenatore.

ap_20345260187888.jpg
Copyright: AP PHOTOS

Processione in lutto in Italia

Il Paolo Rossi “Se n’è andato,” S. Pietro Anastasi Non “abita più qui” e gli italiani hanno contato molti dei loro calciatori preferiti che appendono le scarpette di salvataggio tra le nuvole. Pietro Anastasi (71), ha giocato per la Juventus, l’Inter e ha segnato un gol con la nazionale nella finale degli Europei, quando l’Italia fu incoronata campione nel 1968. Mario Bergamaski (91) Un giocatore per Milan, Sampdoria e Nazionale. Benito Sarti(83), e ha giocato nella Juventus 1959-1968 e nel campionato nazionale 1958-1961. Luigi Simone (81), giocatore del Brescia, allenatore del Napoli, Inter. Simone era l’uomo che guidava i nerazzurri quando vinse la Coppa Uefa 1998 ed era il suo allenatore. RonaldoIn un anno terribile per il brasiliano al Milan FC (1997-1998). Mario Corso (78) Calciatore dell’Inter e dell’Ethniki, vinse due volte la Coppa dei Campioni con i nerazzurri (64, 65) e fece l’allenatore all’Inter e al Mantova. Perino Prati (73) Giocatore del Milan 1966-73, Roma, e della nazionale che fu incoronata Campione d’Europa nel 1968.

E l’elenco dei calciatori “scomparsi” per il 2020 è infinito: Elie Barbulescu (62) Calciatore rumeno (Argeș Pitești, Steaua, la nazionale – Vincitore della Coppa dei Campioni con la Steaua nel 1986.

Anche nel 2020, “sinistra”: Janus Gerets, (80), ungherese. – Calciatore del 1960, medaglia di bronzo nel 1960, Michelle Indalgo (87), calciatore francese (Monaco, Rennes), campione europeo nel 1984 e allenatore della nazionale francese, Vladika Popovich (85) Il calciatore serbo della Stella Rossa (1953-1965) e della nazionale con cui partecipò ai Mondiali del 1958 e del 1962; Medaglia d’argento olimpica nel 1956.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *