Il commissario Montalbano, record di ascolti e una scelta: lasciare vivere il personaggio del medico legale, il dottor Pasquano

0

È andato in onda ieri sera il primo dei due episodi de Il commissario Montalbano, “La giostra degli scambi”. Un successo, neanche a dirlo, con ascolti record: undici milioni e 386mila spettatori con uno share pari al 45, 1 per cento. Ma subito una cosa è saltata all’occhio, la sensibilità dello staff nel rendere immortale il dottor Pasquano, personaggio forte e insostituibile della serie. L’attore infatti è morto la scorsa estate, ma rimane vivo nella fiction di Rai Uno. Una bella idea, una citazione a sorpresa. Così, il dottore al quale Montalbano rompeva i cabbassisi non solo è vivo ma è anche incavolato perché gli hanno chiuso per un mese la sala da poker.

L’attore Marcello Perracchio

Marcello Perracchio. Si chiamava così l’attore che interpretava il medico legale nella fiction, che è deceduto in estate all’età di 79 anni, già malato dall’inizio delle riprese. Quindi la decisione di tenerlo vivo nella memoria della fiction e dei suoi fan. Inutile dirlo: è un personaggio insostituibile. Da qui l’applauso del pubblico per la scelta degli autori di tenerlo vivo. Lui è e resta il medico legale.

La trama de “La giostra degli scambi”

La prima puntata ha messo in scena una serie di rapimenti. Una ragazza viene aggredita in una strada solitaria, narcotizzata e rilasciata. La seconda vittima invece è la nipote del proprietario della migliore trattoria di Vigata. La terza vittima, invece, è ancora una volta una ragazza che viene picchiata. Grazie al suo intuito il commissario Montalbano, interpretato da uno strepitoso Luca Zingaretti, riesce, grazie alla sua capacità di comprendere i moventi e i sentimenti, a giungere alla verità.