La replica di Asia Argento alle accuse di Morgan: “Ha ignorato le sue responsabilità legali e morali”

0
Asia Argento replica alle accuse del suo ex compagno Morgan

Non smette di creare clamore Asia Argento: si è già tanto parlato di lei ultimamente per la sua polemica contro Brignano relativamente all’argomento “molestie” e per lo scontro televisivo con Vladimir Luxuria per le stesse motivazioni. A far parlare della nota attrice adesso è la lettera scritta dal suo ex Morgan per polemizzare contro il provvedimento del Tribunale di Monza che sancisce la confisca della sua casa briantea per far fronte al debito che ha accumulato con la ex compagna a causa degli alimenti non pagati.

Asia Argento decide di rispondere alle accuse che Morgan le rivolge senza mezzi termini, in maniera altrettanto diretta, attraverso una lettera inviata a “La Stampa”:

“Morgan ha ignorato le sue responsabilità legali e morali, vergognosamente, trascurando completamente le cure della propria figlia, lasciando tale responsabilità interamente a una madre single in difficoltà finanziarie. Ecco come è andata veramente”

La figlia del regista Dario Argento, attraverso la missiva spedita al quotidiano, ha voluto spiegare le motivazioni che l’hanno spinta a denunciare il suo ex compagno e fargli pignorare la casa. Il cantautore ha dichiarato di aver voluto con gioia le sue due figlie, una avuta con Asia, l’altra con Jessica Mazzioli e di non aver mai contestato le decisioni dei giudici. L’attrice in realtà spiega che Morgan sfugge alle sue responsabilità:

“Lui continua pervicacemente ad ignorare le proprie responsabilità morali, prima che legali, di padre trascurando del tutto la cura di nostra figlia che oggi ha 16 anni e le cui esigenze, praticamente da sempre, ricadono soltanto su di me. Morgan conosce bene, oltretutto, le mie difficoltà lavorative, sa che io non lavoro da circa un anno e non ho mezzi sufficienti per provvedere a tutte le esigenze di nostra figlia”

Nella sua lettera Marco Castoldi, parla di aver sgarrato, ma Asia ci tiene a precisare che non vede un soldo da sei anni e conclude il suo scritto facendo riferimento ad un fatto oggettivo che la legge detta in maniera chiara e inequivocabile:

“Ove effettivamente esistenti tali difficoltà, Morgan ben avrebbe potuto rivolgersi al Tribunale per ottenere la modifica o la riduzione del mantenimento invece di girare le spalle alla figlia ed ignorare il provvedimento giudiziario”

SIERO EXTRA LIFT BARO COSMETICS ANCHE SOTTO IL TRUCCO