Su Rai 2 debutta NEMO-Nessuno escluso

0
Rai 2 NEMO Nessuno escluso

Tutto pronto per il debutto del nuovo format di Rai 2, Nemo-Nessuno escluso. Nodo focale della trasmissione è la realtà, la vita di tutti i giorni narrata a 360 gradi, vista da tutte le angolazioni: niente e nessuno verrà escluso appunto e i protagonisti saranno le persone stesse che avranno voglia di raccontare o farsi raccontare. Nemo-Nessuno escluso amalgama informazione e intrattenimento e il tutto è affidato a un’inedita coppia televisiva: l’ex Iena, Enrico Lucci e la giornalista Valentina Petrini, che saranno allo stesso tempo conduttori ed inviati in questo viaggio attraverso la realtà. Per iniziare, nella prima puntata, infatti, Lucci ci porterà nel mondo delle baby miss e le aspirazioni delle loro mamme, mentre Valentina Petrini racconterà, dalle trincee del Donbass, di una guerra ormai poco mediatica, quella tra Ucraina e Russia, facendoci vivere direttamente le vicende di un gruppo di ragazzi italiani che combatte su quel fronte. A coadiuvare Lucci e Petrini, lo stand-up comedian Giorgio Montanini.

La location del programma Nemo-Nessuno escluso sarà uno studio moderno, contraddistinto da una lunga passerella e una band live. Tra un servizio e l’altro si alterneranno ospiti diversi che si racconteranno attraverso le loro vicende personali.
Persone di ogni estrazione sociale e culturale come scienziati, persone comuni, politici o gente di spettacolo alle quali è chiesto di narrare e raccontarsi. Tutti possono prendere parte a Nemo, perché nessuno è escluso.

Nemo-Nessuno escluso è un programma scritto da Alessandro Sortino, che spiega che l’obiettivo del programma è raccontare senza partire da una tesi, ma lasciarsi stupire ed immergersi tra le cose con occhi sempre diversi.
Riuscire a far vivere la realtà attraverso un racconto è quello che faranno ogni settimana i conduttori e gli inviati di Nemo-Nessuno Escluso, il nuovo format di Rai2, che inizia mercoledì 12 ottobre alle 21.10 per continuare con un appuntamento settimanale.

LEAVE A REPLY