Gianluca Grignani: “Non sono un santo, devo essere più oculato”

1

Gianluca GrignaniIl cantautore Gianluca Grignani è stato intervistato domenica pomeriggio su Rai Uno, all’interno del programma “L’Arena”, condotto da Massimo Giletti. Il conduttore ha intervistato il cantante, che ha raccontato ancora una volta l’episodio che lo ha visto coinvolto questa estate a Rimini: Gianluca era stato arrestato in un albergo di Riccione per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il processo per direttissima si è concluso col Grignani che ha patteggiato ad un anno di reclusione, con pensa sospesa.  “Abbiamo il dovere di non dare il cattivo esempio. Le persone non possono essere tutti Giovanni Paolo II, io sono fatto a modo mio, devo essere più oculato. Sono sempre stato un libero selvaggio, sono sempre scappato dalla mia famiglia, ma quando mi è venuta a mancare mi è venuta a mancare”, racconta il cantautore. Grignani non ha parlato direttamente dell’accaduto, ma ha preferito raccontare alcuni particolari della sua personalità. “Io ho un livello di sensibilità molto alto che nascondo a modo mio. Qualche difficoltà l’ho avvisata come se i miei genitori non mi avessero voluto bene abbastanza. Io credo che la maniera migliore di esorcizzare sia quella di scrivere per parlarne”. Un Grignani a cuore aperto dunque, raccontato dalla madre e dalla sorella come un ragazzo diretto ma troppo impulsivo.

 

1 COMMENT

  1. Caro Gianluca,sei un Grande,ti fà onore riconoscere queste cose,ma sai che è difficile cambiare una personalità forte come la tua,non c’entra l’amore o affetti,tu sei così,lo vedo anche dal tuo sguardo,è facile per gli altri riflettere e poi agire”contro”il proprio istinto,ho visto il video di casa tua,con Red Ronnie,hai una bellissima famiglia,non ti manca niente,e non ti arrabbiare quando ti guardano, sono tutte persone amiche,vai incontro a loro e qualcosa cambierà.Con stima ed affetto,un abbraccio.Franco Tardivo.

LEAVE A REPLY