Sanremo 2014: 20 milioni di euro spesi nel 2010-2012

0

festival sanremo 20 milioni euroSanremo 2014: non si può fare a meno di parlarne. Come sempre prima dell’inizio della gara, il Festival ha già scaldato i motori con le critiche sull’organizzazione che invariabilmente si abbattono sui nervi – già tesi – di chi confeziona lo spettacolo più attrattivo del panorama italiano. Invece della musica, l’attenzione di questi giorni è spostata sui conti del Festival di Sanremo, data la notizia dell’enorme buco di bilancio del biennio 2010-2012.

In quelle edizioni infatti, il Festival di Sanremo avrebbe fatto registrare ben 20 milioni di euro di perdita, un aspetto tenuto gelosamente segreto sino a qualche giorno fa, quando la Corte dei Conti ha reso pubblica la relazione inerente ai costi della Rai di quel periodo. Le informazioni sul grave bilancio negativo che la Rai ha fatto registrare nel periodo in esame è stata l’occasione perfetta per criticare una volta di più i costi di organizzazione, sui quali influiscono in maniera decisiva i cosiddetti “costi esterni”, il dovuto ai conduttori, autori, direzione artistica. Visti i numeri, che tuttavia si sono ripresi nel 2012-2013 facendo andare sostanzialmente in pari il bilanci dei costi/profitti, il messaggio è quello di invertire la tendenza e spendere meno.

Per l’edizione di quest’anno si afferma addirittura che i costi siano già stati recuperati. Se effettivamente il Festival di Sanremo inizierà a ridurre i costi, si potrà assistere al ritorno dei grandi ospiti stranieri che nelle edizioni passate sono scomparsi proprio per ammortizzare le spese di produzione.

LEAVE A REPLY