Patti Smith, sacerdotessa del rock e di sani principi: “Ragazzi ribellatevi”

0

Potremmo tranquillamente definirla la Steve Jobs al femminile, perché Patti Smith ha fatto quello che il fondatore della Apple fece pochi mesi prima della sua morte, ovvero parlare ai giovani e spronarli a non mollare mai. La sacerdotessa del rock è giunta al Giffoni Film Festival e ha dato una vera e propria lezione per convincere i giovani a cambiare le cose in maniera concreta e non solo attraverso parole e critiche.
“Ragazzi, il rock vuol dire ribellione. Realizzare un grande cambiamento è possibile, ma dovete unirvi attraverso i social network e cambiare le cose”.

Questa sua voglia di stare in mezzo ai giovani e comunicare con loro nasce dal fatto che ha una figlia, Jesse, dalla quale Patti dice di aver imparato tantissime cose, perché è fondamentale saper cogliere ogni tipo di insegnamento da chi abbiamo intorno.
Facendo riferimento al nostro Paese la cantante ha espresso il suo grande amore per l’Italia e per la nostra storia e non solo: “Avete uno spessore culturale profondo. Mi affascina questo vostro immaginario cristiano ricchissimo di Santi. Ottimo cibo, una grande storia cinematografica, Totò e grandi opere letterarie: uno dei miei racconti preferiti è Pinocchio”.

Foto: TmNews

LEAVE A REPLY