Sara Tommasi: “Aiuto, i servizi sergeti mi perseguitano!”

1

Questa proprio non ce la saremmo mai aspettata. Sara Tommasi è entrata, qualche giorno fa, nella bagarre che vede al centro il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Tramite alcune intercettazioni telefoniche si evince che anche Sara Tommasi sarebbe stata presente ai presunti ‘festini’ a Villa San Martino, la residenza del Premier ad Arcore. Dopo queste vicende non proprio limpide che vedono invischiata la bellissima soubrette italiana, ecco giungere alcune dichiarazioni shock da parte della stessa protagonista. Al settimanale Diva E Donna Sara Tommasi ha dichiarato dello scandalo del Bunga Bunga e delle sue paure. Per la precisione la bellissima Sara ha dichiarato di preferire la morte piuttosto che continuare con la sua attuale vita. La Tommasi si sente perseguitata dai servizi segreti che non esitano nel somministrale sostanze chimiche che avrebbero come effetto quello di farla diventare estremamente dipendente dal sesso. Oltretutto la soubrette è convinta di avere un microchip sottopelle chissà dove. A tutto questo (che rasenta l’inverosimile) Sara Tommasi aggiunge che spesso vede sparire numerosi oggetti da casa sua e che il suo perenne stato di stanchezza potrebbe derivare dall’uso di alcuni gas tossici. Ed ecco la chicca: come se non bastasse a queste dichiarazioni la nostra eroina perseguitata aggiunge che potrebbe esistere un sistema con il compito di controllare il pensiero del popolo italiano mediante riti satanici. Poi Sara chiede aiuto: “Ho deciso di parlare perchè altrimenti mi avrebbero uccisa. Ma, adesso, se mi chiedono ‘preferisci continuare a vivere così o morire?’, io scelgo la morte…sono esausta, aiutatemi!”. E di aiuto ne avrebbe proprio bisogno.

Marco Pesino

1 COMMENT

  1. L”italico parlamento ha de fa na lege tutta nova nova, tanto e specializzato in porcate. Tutte le zoccole de lusso, nostrane e estere, hanno de fa un mese de rodaggio presso li campi de li immigrati crandestini, posibbilmente marocchini, tunisini, negri e de quella stirpe lla, ce semmo capitiiiii. Garantito che alla fine der trattamento se chiuddono tutte presso li conventi. Fine dell’italico puttanaio. E moo cominciassimo a parla delli problemmi seri.

LEAVE A REPLY