L’appello di Morgan al tribunale di NY: “Voglio vedere mia figlia”

0

Continuano i problemi in famiglia per Morgan, nome d’arte di Marco Castoldi, ex leader della band Bluvertigo. Il popolare cantautore ed ex giudice di X Factor deve fare i conti con la sua ex compagna Asia Argento che gli ha portato via la figlia Anna Lou.
Dopo le continue liti mediatiche, l’attrice italiana ha portato la figlia negli Stati Uniti senza aver ottenuto un consenso legale da parte di Morgan che ora vuole cercare in tutti i modi di rivedere la sua piccola.
L’ultima mossa del cantante é stata quella di rivolgersi direttamente al tribunale federale di New York poiché dispone del diritto di visita alla bambina, come venne imposto da parte del tribunale italiano.

Durante il periodo di festività natalizio Asia Argento ha portato la piccola di 9 anni in America, impedendo quindi al padre di poterla vedere; di recente la mossa di Morgan é stata quella di scrivere una lettere di aiuto direttamente a Napolitano, Presidente della Repubblica.
Con il suo appello al tribunale americano Morgan ha infatti chiesto di venire al più presto a conoscenza della data di rientro in Italia della sua bambina.
La replica dell’ex compagna non si é fatta attendere, spiegando che Anna Lou dispone di un regola passaporto rilasciato nel 2007 dopo aver ottenuto l’autorizzazione del padre, ancora in possesso della patria potestà.
In difesa del cantante é intervenuto anche Tiberio Timperi, conduttore televisivo, che si trova davanti ad una situazione analoga: “Viviamo in un Paese il cui orientamento culturale privilegia le mamme. I giudici non leggono nemmeno gli incartamenti: danno ragione alla donna, anche in mancanza di prove”.

Alessandra Battistini

LEAVE A REPLY