Carta parla dei momenti duri e del nuovo album

0

Il suo successo continua a superare ogni limite, andando anche a toccare settori che sono estranei al mondo della musica, per esempio quello della moda, dove é diventato testimonial della collezione Jonk 46.
Il vincitore della settima edizione di “Amici” ha infatti commentato questa esperienza come modello in questo modo: “Sfilare mi mette abbastanza in imbarazzo, non essendo il mio mestiere!! Mah… mi divertirò anche la!! E se cado, pazienza, non sarà ne la prima, ne l’ ultima! Nel mentre faccio le corna”.

[ad]

Usa un suo blog personale per poter comunicare con le migliaia di fan che lo sostengono da anni, attraverso il quale sembra anche voler svelare un po’ di sé, raccontando i momenti non troppo facili e brillanti che ha vissuto in carriera.

“In questi lunghissimi mesi di assenza, ho avuto modo di pensare a tantissime cose. Mi sono chiesto se volevo fare veramente questo nella mia vita, un sogno allevato per anni, che poi diventa una domanda.
 La mia risposta è stata si! sii!! sii! E ancora si! Ma poi mi son detto ‘c’è un problema’ e se non riesco più a fare quello che voglio? E se facessi delle scelte sbagliate?? oh Dio..Questo è proprio un problema grande..
Ovviamente i mesi mi hanno dato delle risposte confortanti, VOI mi avete dato delle risposte confortanti! 
Ho visto l’impegno continuo, assiduo e tenace che avete avuto anche in questi miei mesi di assenza..cavolo! 
Non sono solo!”.
Intanto, il vincitore della 59esima edizione del Festival di Sanremo parla del suo futuro, visto che si sta occupando del terzo album ed del tour che seguirà: “Forse ho provato la sensazione di aver fatto troppo poco.. 
Non so se sbagliavo o no, perché è ovvio che si può sempre fare meglio, ma quanto meglio?
 I giorni passarono e l’evidente oggettività del vostro sostegno ha placato la negatività, dando speranza, positività e ispirazione per questo disco..Sto facendo del mio meglio e credetemi ci sto mettendo tutto me stesso in questo lavoro che vorrei non vederlo al di sotto dei precedenti, anzi!”

Alessandra Battistini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here